iPhone X ufficiale: frontale a tutto schermo e tante novità interessanti

Oggi sono stati presentati i nuovi iPhone ed iPhone 8 Plus, ma l’attesa era tutta per iPhone X. Questo dispositivo porta un nuovo design in casa Apple e tante novità interessanti. Questo è il dispositivo pensato per celebrare i 10 anni passati dal lancio del primo modello. Caratteristiche tecniche dell’iPhone …

I nuovi MacBook sono fantastici, ma non è possibile collegare l’iPhone

macbook-pro-2016-concept

Sappiamo tutti che Apple è un’azienda che lavora per innovare e provare a semplificare l’esperienza utente. Ogni sua idea o novità viene copiata dagli altri produttori. Un esempio può essere fatto con l’eliminazione del jack per le cuffie che, però, non è stato apprezzato da tutti gli utenti. E dopo le critiche per l’eliminazione del jack per le cuffie da parte di chi non sopporta di dover portarsi dietro qualche adattatore, sicuramente presto arriveranno quelle dei possessori di iPhone perché non possono collegare il loro device ai nuovi MacBook Pro.

Infatti, i nuovi MacBook Pro sono fantastici, ma non è possibile collegare l’iPhone. Questo limite è dovuto al fatto che i nuovi MacBook Pro hanno solo porte USB-C, mentre il cavetto venduto insieme agli iPhone (anche quello dell’iPhone 7) è un USB-A.

Di sicuro non si tratta di un problema irrisolvibile, visto che si possono acquistare degli appositi cavetti (quelli originali sul sito Apple costano 29 euro) o degli adattatori da USB-C a USB-A (costano 25 euro sul sito Apple).

Questo limite può dare fastidio specialmente ai possessori dell’iPhone 7 (che è l’ultimo arrivato e rilasciato quando già si sapeva che i nuovi MacBook Pro avrebbero avuto solo porte USB-C), infatti, questi dopo aver sborsato una cifra non indifferente per il loro melafonino dovranno acquistare un nuovo adattatore per collegare i due dispositivi.

Apple potrà giustificarsi affermando che tali scelte sono state effettuate per facilitare la vita ai possessori dei loro prodotti, ma nella realtà il risultato è esattamente quello opposto, visto che, oltre alle cuffie con jack e ai vecchi cavi USB-A, bisogna portarsi dietro anche altri adattatori.

Se avete necessità di acquistare qualche cavo o adattatore per risolvere questo problema, ma volete spendere poco, qui di seguito trovate alcuni link:

Rubati 19 iPhone per un valore complessivo di circa 13 mila dollari nell’Apple Store “Natick Collection” – (Video)

riconoscere-iphone-rubato

Ci sono persone che farebbero di tutto per avere un iPhone. Addirittura rubare.

Ed è proprio quello che è successo in Massachusetts, dove sono stati rubati 19 iPhone per un valore complessivo di circa 13 mila dollari nell’Apple Store “Natick Collection”.

La rapina è stata eseguita da 7 “giovani ragazzi e ragazze” (così vengono descritti dalla polizia) che hanno agito in modo perfetto, coordinando in modo ottimale le operazioni e riuscendo così a “completare l’opera” in poco meno di un minuto.

Questi sette ladri hanno circondato uno dei tavoli dove vengono esposti i dispositivi, hanno staccato gli stessi dalle protezioni e sono fuggiti molto rapidamente facendo perdere le loro tracce.

L’intera operazione è stata ripresa dalle telecamere di sicurezza dell’Apple store e questo video è stato condiviso su Facebook dal dipartimento di polizia di Natick.

Questo furto non è un caso isolato, visto che una settimana fa è accaduto qualcosa di simile in una città poco distante da Natick (e forse gli esecutori del furto potrebbero essere gli stessi dell’Apple store di Natick).

Di sicuro i prodotti Apple hanno un grande mercato e molte persone sono disposte ad acquistarli anche in modo illegale pur di averne uno spendendo di meno rispetto a quanto dovrebbero spendere in negozio. Scegliendo il mercato nero, però, si alimenta la criminalità e si fa in modo che episodi di questo tipo si ripetano con maggior frequenza.

La cosa migliore sarebbe quella di capire che un iPhone (o qualunque prodotto materiale) non rende le persone migliori e, se proprio si vuole acquistare qualcosa, sarebbe meglio scegliere quello che ci si può permettere (visto che le alternative non mancano) oppure aspettare un po’ di più per mettere i soldi da parte e continuare ad operare nella legalità.