Sharp Aquos R2 Compact: un piccolo top di gamma con doppio notch

Sharp da sempre propone degli smartphone con un design innovativo. Il primo smartphone borderless, su tre lati, è stato lo Sharp Aquos Crystal (anche se questo design è stato poi reso popolare dallo Xiaomi Mi Mix), insieme ad Essential ha introdotto il notch a goccia ed ora ha lanciato sul mercato lo Sharp Aquos R2 Compact, uno smartphone top di gamma compatto con doppio notch.

Caratteristiche tecniche dello Sharp Aquos R2 Compact

  • Display: IGZO, 5.2″, FullHD+, 120Hz, HDR10, Dolby Vision, vetro Corning Gorilla Glass 3
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 845
  • GPU: Adreno 630
  • RAM: 4 GB
  • Memoria interna: 64 GB (espandibile tramite microSD fino a 512 GB)
  • Sistema operativo: Android 9.0 Pie
  • Connettività: dual SIM (nano SIM + nano SIM), dual standby, VoLTE, WiFi IEEE802.11a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, GPS, GLONASS, BeiDou, GALILEO, QZSS
  • Fotocamera posteriore: 22,6 MP (f/1.9, AF, OIS, EIS), flash LED
  • Fotocamera frontale: 8 MP (f/2.2)
  • Batteria: 2500 mAh con supporto alla ricarica rapida
  • Dimensioni: 131 x 64 x 9,3 mm
  • Peso: 135 grammi
  • Altro: lettore di impronte digitali, sblocco tramite riconoscimento del volto,  USB di tipo C, jack audio da 3,5 mm

Nonostante le dimensioni compatte, lo Sharp Aquos R2 Compact è un vero top di gamma che può garantire ottime prestazioni grazie alla CPU Qualcomm Snapdragon 845, alla GPU Adreno 630 ed ai 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

A livello software lo Sharp Aquos R2 Compact utilizza Android 9.0 Pie.

Uno dei suoi punti di forza è sicuramente il display IGZO da 5.2″, con una frequenza di aggiornamento di 120Hz, supporto ad HDR10 e Dolby Vision.

La back cover è realizzata con un “materiale ibrido in resina acrilica”, mentre il frame laterale è realizzato in alluminio.

La vera particolarità dello Sharp Aquos R2 Compact,però, è la presenza di due notch.

Il notch superiore racchiude la fotocamera, mentre quello inferiore accoglie un tasto fisico che può essere utilizzato per sbloccare il dispositivo e per navigare all’interno dell’interfaccia attraverso delle gestures.

Questa soluzione è davvero particolare e potrebbe risultare anche comoda per molti. Bisogna dire, però, che i due lati del notch inferiore sono occupati solo in parte dal display e, quindi, non possono essere personalizzati al meglio (magari inserendo le app più utilizzate). Inoltre, con l’avvento dei lettori di impronte sotto il display, una soluzione di questo tipo avrà poco senso in futuro (al momento questa scelta può essere giustificata considerando la minore precisione e rapidità dei lettori sotto il display).

Lo Sharp Aquos R2 Compact è stato pensato per il mercato asiatico e questo può essere considerato un peccato. Non tanto per il design con doppio notch che potrebbe non piacere a molti, ma per il fatto che ormai è impossibile trovare dispositivi di fascia alta con delle dimensioni compatte (le uniche eccezioni sono rappresentate dal Google Pixel 3dalla serie Compact di Sony).

Ti è piaciuto questo articolo? Se la risposta è si, allora lascia un mi piace alla pagina Facebook di Darth News Side, seguimi su Twitter e su Instagram.

Leggi e #retwitta questo articolo 😉 Il contenuto è interessante e sarebbe un peccato non condividerlo con i tuoi amici. Passa al lato oscuro delle notizie. Leggi le notizie di #DarthNewsSide 😉 Condividi il Tweet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.