Recensione Geotel Note: lo smartphone low-cost, bello e concreto

Geotel Mobile è un’azienda cinese che dal 2011 ha prodotto moltissimi smartphone per altre aziende. Ora ha deciso di entrare nel mercato degli smartphone in modo diretto, attraverso dispositivi con il marchio Geotel. Ed oggi oggetto della recensione sarà il Geotel Note.

L’azienda ha come obiettivo la produzione di smartphone ispirati ed originali, di qualità e con un prezzo ragionevole.

Vediamo se il Geotel Note ha queste caratteristiche.

Confezione

All’interno della confezione, oltre allo smartphone, sono presenti l’alimentatore da 5V/1A, un cavo USB/micro-USB, una custodia in plastica rigida, una pellicola per il vetro (con un piccolo panno), un foglietto che indica i dettagli della garanzia, un manuale utente ed un manuale con le istruzioni.

Non sono presenti le cuffie, ma se ne state cercando un paio (magari da abbinare proprio a questo smartphone) potete dare un’occhiata a queste Klim Fusion.

Costruzione, design ed ergonomia

Il Geotel Note è realizzato completamente in plastica, ma è ben costruito.

La cover posteriore è removibile e protegge la batteria (anche essa removibile), i due slot per le SIM (una in formato micro ed una in formato mini) e quello per la microSD.

FJIMG_20170506_072117

FJIMG_20170505_144534

FJIMG_20170505_144555

FJIMG_20170506_072035

FJIMG_20170506_072141

FJIMG_20170506_072159

FJIMG_20170506_072215

FJIMG_20170506_072245

FJIMG_20170506_072300

FJIMG_20170506_072347

FJIMG_20170506_072516

FJIMG_20170506_072602

FJIMG_20170506_072616

FJIMG_20170506_072633

Sul lato destro sono presenti i tasti per il volume e quello per l’accensione, lo sblocco e lo spegnimento del dispositivo. Sul lato sinistro non ci sono tasti. Nella parte superiore è presente il jack audio da 3.5 mm e la porta micro USB (per la ricarica e per il trasferimento dei dati), mentre nella parte inferiore è presente il solo microfono (lo speaker è posizionato nella parte posteriore).

Il Geotel Note ha delle dimensioni importanti (15.29 x 7.68 cm), ma è abbastanza sottile (0.82 cm) e leggero. Grazie anche ai lati posteriori leggermente stondati, il dispositivo risulta ancora più sottile e, comunque, abbastanza maneggevole nonostante le dimensioni non proprio contenute.

A livello estetico il Geotel Note è abbastanza curato (rispetto soprattutto a molti altri smartphone appartenenti alla stessa fascia di prezzo). La cover posteriore è realizzata con il procedimento Metal Print. Questa particolare lavorazione vede l’utilizzo di più strati che coprono la particolare “decorazione” della cover (in questo caso dei cerchi concentrici). Grazie alla trama e alla lavorazione Metal Print la cover del Geotel Note mostra diversi giochi di luce (ricordando in parte la cover di Honor 8).

Sul canale YouTube di Geotel Mobile c’è un video che mostra meglio cos’è il procedimento Metal Print utilizzato per la cover posteriore.

Hardware

Il processore utilizzato sul Geotel Note è il MediaTek MTK6737, non il più potente e recente presente sul mercato, ma in questa fascia di prezzo molti produttori utilizzano il più datato e meno potente MTK6580. Quindi la scelta fatta da Geotel Mobile per il suo dispositivo è apprezzabile. Il processore è affiancato da 3 GB di memoria RAM (altro punto a favore di questo smartphone, rispetto ad altri appartenenti alla stessa fascia di prezzo) e da 16 GB di memoria interna (espandibile tramite micro SD e senza rinunciare alla seconda SIM). La GPU è la Mali-T720.

L’insieme di queste caratteristiche rendono questo smartphone sempre veloce e reattivo, ma sulla gestione della memoria RAM bisogna fare un piccolo appunto; infatti, nonostante i 3 GB disponibili, le applicazioni vengono tenute in memoria solo per poco tempo e quando andremo a riaprire un’applicazione aperta precedentemente, questa verrà riavviata e non partirà dal punto in cui eravamo usciti (un esempio può essere fatto con un gioco come Real Racing 3 che gira bene, ma la sessione di gioco non viene mantenuta in memoria per un lungo periodo).

Per quanto riguarda la connettività, il Geotel Note è un dual SIM con supporto alle reti 4G (nessun problema di perdita del segnale e buona ricezione), il Wi-Fi supporta sia la frequenza a 2.4 GHz che la frequenza a 5 GHz (altra caratteristica interessante per uno smartphone di fascia bassa). Naturalmente è presente il Bluetooth 4.0 ed il GPS, ma manca il supporto all’NFC.

Lo speaker è posto nella parte posteriore (e non in quella inferiore purtroppo) e restituisce un volume abbastanza elevato ed una qualità nella media. Tutto sommato la qualità generale del comparto audio convince.

Il collegamento tramite cavo è garantito dalla presenza nella parte superiore di un ingresso micro USB.

Display

Il display del Geotel Note ha una diagonale da 5.5″ HD.

Geotel Mobile punta molto sul display di questo suo dispositivo che utilizza la tecnologia TruView, in grado di garantire una migliore resa cromatica, maggiore brillantezza ed un nero più intenso rispetto ai classici pannelli utilizzati dalla concorrenza.

Da quello che ho potuto vedere, la qualità dello schermo, in generale, è realmente migliore rispetto a smartphone della stessa fascia di prezzo per quanto riguarda la brillantezza e la riproduzione dei colori, mentre il nero viene riprodotto abbastanza bene, ma diventa subito grigio quando si inclina lo smartphone (comunque è un problema dei display IPS e, inoltre, molto più evidente sugli smartphone low-cost).

La visione dei colori può essere modificata tramite MiraVision (quella di default va già più che bene).

Non sarà paragonabile ad un iPhone (come fatto dall’azienda in un video), ma comunque mi sento di promuovere il display visto che la visibilità è buona anche sotto la luce del sole (non in maniera perfetta, ma lo smartphone è comunque utilizzabile) e la qualità generale è superiore ad altri smartphone presenti in questa fascia di prezzo.

Geotel spiega meglio cos’è la tecnologia TruView con un video.

Fotocamera

Questo è il vero punto debole del dispositivo e fa capire che di fronte abbiamo uno smartphone di fascia bassa.

La fotocamera posteriore è da 8 MP che tramite interpolazione diventano 13, mentre quella frontale è da 5 MP che con l’interpolazione diventano 8 MP.

Le foto ed i video realizzati con questo dispositivo sono di bassa qualità ed anche l’angolo di 84° della fotocamera frontale non è un valore aggiunto.

Comunque, il livello degli scatti ottenuti è praticamente identico a quello degli smartphone concorrenti. Con una luce praticamente perfetta le foto ed i video possono anche essere considerati sufficienti (per essere condivisi sui social), ma appena la luce diminuisce (o non è ottimale) i risultati peggiorano.

Vista la qualità non proprio eccelsa ho deciso di inserire in questo articolo solo due scatti di prova.

IMG_20170506_085015

IMG_20170506_085107

Comunque chi sceglie uno smartphone come il Geotel Note non vuole certo utilizzarlo per fare gli scatti perfetti.

Software

Sul Geotel Note è presente la versione 6.0 Marshmallow di Android. Non sono presenti particolari personalizzazioni e la versione è quasi stock.

Le personalizzazioni riguardano alcune gesture che possono essere effettuate a schermo spento per risvegliare il dispositivo (con un doppio tap) o per avviare un’applicazione (disegnando una lettera).

Il risveglio con il doppio tap è comodo visto che non è presente un lettore di impronte digitali per lo sblocco del dispositivo.

Per quanto riguarda l’apertura delle app attraverso il disegno di una lettera sul display, io personalmente non la amo, ma alcuni potrebbero trovare comoda questa funzionalità (magari chi usa molto Facebook, per esempio, può abbinare questa app ad una lettera ed avviarla in questo modo da schermo spento). Comunque utilizzando questa funzione lo sblocco e l’apertura dell’app avviene in circa 2/3 secondi.

Nelle impostazioni è presente anche la voce per ricercare gli aggiornamenti per lo smartphone rilasciati da Geotel Mobile (io ho provato ad effettuare una ricerca, ma la versione installata risulta la più recente).

Autonomia

Il Geotel Note ha una batteria da 3200 mAh che consente di arrivare a fine serata con utilizzo medio. Considerando che chi sceglie questo smartphone, comunque, non lo utilizzerà per operazioni molto pesanti, la durata della batteria potrebbe raggiungere anche una giornata e mezza.

La nota dolente riguarda i tempi di ricarica. Infatti, una ricarica completa viene effettuata in circa 3 ore.

Disponibilità e prezzo del Geotel Note

Il Geotel Note può essere acquistato su Amazon al prezzo di 95,99 euro. Lo smartphone è disponibile in due colorazioni: Phantom Navy e Dignity Gold.

La Phantom Navy è una variante blu, mentre la Dignity Gold è una variante oro, ma non troppo vistosa (per fortuna). Entrambi i colori, comunque, sono molto belli e rendono lo smartphone molto accattivante.

Se siete interessati, potete acquistare il Geotel Note cliccando su uno dei seguenti link:

Conclusioni

Il Geotel Note è un dispositivo di fascia bassa caratterizzato da un bel design (grazie al processo produttivo Metal Print), una buona costruzione, una batteria da 3200 mAh che garantisce una buona autonomia e da una fluidità generale molto buona.

Gli aspetti negativi riguardano la costruzione interamente in plastica (ma essendo ben costruito e potendo rimuovere la cover posteriore per qualcuno potrebbe anche non essere un punto debole) e la fotocamera di bassa qualità (ma in linea con quelle della concorrenza). Tra i difetti inserisco anche la presenza di una musichetta all’avvio e allo spegnimento dello smartphone (che potrebbe essere rimossa in un prossimo aggiornamento e che comunque non è un vero difetto).

Il Geotel Note può essere definito uno smartphone concreto. Geotel Mobile, infatti, ha deciso di inserire un processore più potente rispetto a quelli della concorrenza (che generalmente utilizzano il MediaTek 6580) rinunciando, invece, ad un lettore di impronte (che in questa fascia di prezzo è generalmente di bassa qualità e che non funziona al meglio) che molti decidono di inserire. Inoltre, ha lasciato il software e l’interfaccia praticamente stock, inserendo solo qualche gesture e tre sole app aggiuntive: Facebook, Google Foto e GMail (queste ultime, però, sono dei doppioni, visto che sono presenti anche le app galleria e email di default).

Insomma, questo Geotel Note può essere considerato la vera alternativa allo Xiaomi Redmi 4A, un dispositivo forse leggermente più potente, ma che ha un display da 5″ e, quindi, potrebbe non essere apprezzato da chi ama i display più grandi (come quello del Note).

In definitiva io consiglierei l’acquisto di questo smartphone (sopratutto al prezzo di 82 euro) proprio perché è equilibrato in tutto ed i molti pro sono superiori ai pochi contro.

Risultati ottenuti dal Geotel Note nei vari benchmark e test gaming:

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.