Cortana: da luglio arriverà su Android in versione beta

Cortana è l’assistente vocale di Microsoft, ma da luglio l’app sarà disponibile anche per i dispositivi Android, mentre non ci sono ancora notizie per l’arrivo su iOS.

Hi-im-cortana

Inizialmente il rilascio di Cortana per Android era previsto per giugno.

images

Naturalmente la versione Android dell’assistente vocale di Microsoft avrà qualche limitazione rispetto alla versione realizzata per Windows; queste limitazioni non sono dovute alla volontà di Microsoft di favorire quella che è la sua piattaforma, ma al fatto che non può integrarlo nell’OS allo stesso modo.

Ormai manca veramente poco al suo arrivo e spero che abbia comunque delle buone funzionalità anche su Android.

Comunque, l’arrivo di Cortana  su Android potrebbe rappresentare in ogni caso una notizia davvero ottima, poiché è un “nuovo” assistente vocale ad arrivare sul mercato e potrebbe spingere Google ed Apple a migliorare il loro lavoro sui rispettivi assistenti vocali.

Tu cosa ne pensi dell’assistente vocale di Microsoft? Utilizzi questo assistente sul tuo PC o notebook? Lo utilizzerai anche sul tuo smartphone?

Ti è piaciuto questo articolo? Se la risposta è si, allora lascia un mi piace alla pagina Facebook di Darth News Side, seguimi su Twitter e su Instagram. Inoltre, iscriviti al canale Telegram per ricevere tante notizie ed offerte direttamente sul tuo smartphone.

Leggi e #retwitta questo articolo 😉 Il contenuto è interessante e sarebbe un peccato non condividerlo con i tuoi amici. Passa al lato oscuro delle notizie. Leggi le notizie di #DarthNewsSide 😉 Condividi il Tweet

Twitter: stop al limite di 140 caratteri nei messaggi diretti

download

Chi usa Twitter, generalmente, è un utente dotato di una dote importante, quella della sintesi.

Ma chi non riesce a esprimere le sue idee, i suoi sentimenti e le sue emozioni in soli 140 caratteri si sentiva tagliato fuori.

Da oggi questo non sarà più un problema; infatti, a partire dal mese luglio, tutti potranno scrivere senza alcun limite o quasi. Tutto questo sarà possibile solo nei messaggi diretti (in pratica i messaggi privati) in quanto il limite non sarà più di 140 caratteri, ma di 10000, quindi, a meno che non vogliate scrivere tutta la Divina Commedia per messaggio, avrete la possibilità di scrivere in modo più articolato e dilungarvi un po’ di più (senza far annoiare l’altro utente però).

Ancora non si conosce il giorno esatto in cui questo cambiamento verrà adottato, ma manca davvero poco.

L’aggiornamento avverrà lato server e agli sviluppatori basterà una riga di codice per supportare la nuova API.