Jide alla conquista del mercato PC con il suo Remix OS

remix-os-jide

Jide ha deciso di conquistare il mercato dei PC tramite Remix OS, il suo sistema operativo basato su Android creato per funzionare al meglio sui PC.

L’azienda si sta impegnando molto e sta presentando prodotti molto interessanti, ma sta anche provando ad attirare sviluppatori e produttori per diventare sempre più grande.

L’ultimo personaggio ad entrare nella famiglia Jide è Chih-Wei Huang, fondatore e sviluppatore senior di Android-x86. Il suo compito sarà quello di migliorare la compatibilità di Remix OS con hardware non ARM, per farlo girare al meglio sui tablet, sui 2-in-1 e sui laptop.

Altra grande conquista di Jide è quella di aver convinto Acer a creare un laptop con Remix OS come sistema operativo. Il prodotto in questione sarà l’Acer Aspire ES1-131, un laptop che monta una CPU Celeron N3150, 4GB di RAM, HDD da 500 GB e un display con diagonale da 11.4 pollici e risoluzione 1366×768 pixel. Si tratta di un prodotto di fascia bassa, ma che potrà risultare interessante grazie ad un prezzo di vendita altrettanto basso. Il prodotto verrà venduto nel mercato asiatico e non si sa se arriverà anche da noi.

Acer-Aspire-ES1-131-C22T-SDL567381156-1-243d9

L’altro prodotto interessante è il Remix Pro 2-in-1.

id515850

Remix Pro 2-in-1 monta una CPU Snapdragon 652 octa-core con GPU Adreno 510, 3GB di RAM, 32GB di memoria interna eMMC (espandibile tramite microSD); il display avrà una diagonale da 12 pollici con risoluzione 2160×1440 pixel. Le altre caratteristiche di questo prodotto sono una batteria da 9000mAh, due fotocamere (una da 5 e l’altra da 8 megapixel), la presenza del WiFi ac Dual Band e il Bluetooth 4.0, il tutto racchiuso in un telaio spesso 6,9 mm per un peso di 640 grammi. Il sistema operativo del Remix Pro 2-in-1 sarà, naturalmente, Remix OS 3, l’ultima versione del sistema operativo di casa Jide aggiornata ad Android Marshmallow, che va a correggere alcuni bug presenti nella versione precedente. Remix Pro è dotato di una tastiera cover abbinata e verrà lanciato sul mercato cinese. Ancora non ci sono informazioni certe per quanto riguarda la distribuzione sul mercato internazionale.

id515851

Oltre ai laptop e ai 2-in-1 Jide presta attenzione anche al mercato dei PC Box andando a rilasciare il Remix Mini 2, il successore del Remix Mini. Questo nuovo PC Box monta una CPU Rockchip RK3368, 1o 2 GB di RAM, 8 o 16 GB di memoria interna eMMC espandibile tramite microSD, 2 USB e HDMI 2.0 con supporto 4K 60 HZ, WiFi N ed Ethernet 100. Il sistema operativo sarà Remix OS 3. Remix Mini 2 è ancora in una fase di sviluppo ed in futuro potrebbe arrivare sul mercato anche sotto il brand di altri produttori.

Jide aveva presentato al CES Asia 2016 di Shanghai anche il PC All-in-One Mars con Remix OS prodotto in collaborazione con AOC. Il PC All-in-One AOC Mars avrà 3 diverse versioni: da 22, 24 e 32 pollici. Le tre versioni monteranno tutte una CPU AmLogic S905, GPU Mali-450 MP5, 2GB di RAM, 16 o 64 GB di memoria interna eMMC, 4 porte USB 2.0, Ethernet, WiFi, uno schermo con risoluzione Full HD e altoparlanti integrati.

aoc_04

In pratica Jide ha deciso di lanciare Remix OS su tutte le piattaforme possibili, sia con prodotti realizzati in via diretta (come il Remix Mini o il Remix Ultra-Tablet), sia collaborando con altri produttori (Acer per un laptop, con Chuwi per un tablet, con MeegoPad per la TV Stick A02, con AOC per il PC All-in-One).

Jide è decisa a crescere sempre di più e la strada intrapresa sembra quella giusta. Google dovrebbe prendere esempio da questa azienda per riuscire a migliorare l’esperienza Android sui PC e su altri prodotti diversi dagli smartphone.

Jide è molto ambiziosa e mi auguro possa avere sempre più successo, sperando che anche quei prodotti rilasciati per ora solo sul mercato cinese possano arrivare anche da noi.

Infine, voglio ricordarvi che è possibile installare Remix OS sui vostri PC (anche in dual OS, andando ad affiancare Windows) in maniera molto semplice e tutto gratuitamente. Se qualcuno di voi vuole provare Remix OS può effettuare il download cliccando sul link sottostante:

Il 18 giugno avrete la possibilità di acquistare uno smartphone a meno di 10 euro

Logo-Bluboo

Volete acquistare uno smartphone, ma il vostro budget è davvero basso? Grazie a Bluboo potrete acquistarne uno a meno di 10 euro.

Bluboo è una delle tante aziende cinesi che offrono buoni smartphone a prezzi davvero bassi. Gli smartphone di casa Bluboo vanno ad occupare la fascia bassa (o medio-bassa) di mercato, ma comunque sono ottimi per il prezzo a cui vengono venduti.

Il 18 giugno, però, potrete fare un grande affare, visto che potrete acquistare uno smartphone Bluboo a meno di 10 euro; il rapporto qualità prezzo è assolutamente ottimo.

Uno degli smartphone (il più interessante tra quelli proposti) è già in prevendita a 69,99 dollari (il prezzo di vendita sarà poi di 99,99 dollari), ma sabato potrete acquistarlo a molto meno. Lo smartphone in questione è il Bluboo Maya ed ha delle caratteristiche tecniche abbastanza interessanti (naturalmente in base al prezzo).

maya-small-gold

Gli altri prodotti in offerta saranno:

xtouch-s-black

x9-silver-small

picasso-6-small

xfire2-rosered-small

Oltre agli smartphone, in offerta a meno di 10 euro ci sarà anche uno smartwatch, cioè, il Bluboo Uwatch; anche se quest’ultimo è il prodotto meno interessante tra quelli in offerta.

uwatch-small-black

Naturalmente queste offerte saranno limitate sia nel tempo che nei pezzi disponibili (ci saranno solo 50 Bluboo Maya disponibili), quindi bisognerà collegarsi alla pagina dell’offerta con un po’ di anticipo per provare ad acquistare un smartphone (o uno smartwatch) ad un prezzo davvero interessante.

 Sarà una sorta di gara e solo i più veloci riusciranno a vincere. Per provare ad acquistarne uno a questo fantastico prezzo dovrete collegarvi alla pagina dell’offerta il 18 giugno (prima che scada il countdown) cliccando sul link sottostante:

Slidejoy: guadagnare sbloccando lo schermo dello smartphone

Slidejoy è un’applicazione davvero interessante che vi farà guadagnare senza nessuno sforzo. Tutti ormai abbiamo uno smartphone e per poterlo utilizzare dobbiamo prima sbloccare lo schermo. Questa è un’azione che svolgiamo automaticamente, senza pensarci. Ma questa azione può farci guadagnare utilizzando Slidejoy. Slidejoy è un lock screen che ci consente …

Meizu presenta M3S, un M3 con materiali premium e più RAM

id514768

Oggi Meizu ha presentato lo smartphone che va ad affiancare M3, cioè, M3S.

Meizu M3S è un modello entry-level con lo stesso hardware del Meizu M3, ma con la scocca completamente in metallo e con un quantitativo di RAM superiore.

Meizu M3S continua a seguire le linee estetiche di casa Meizu e viene proposto in tre varianti di colore (oro, argento e grigio); l’ormai famoso tasto fisico dei terminali Meizu, su questo M3s, nasconde un sensore per il rilevamento delle impronte digitali.

id514755

Ormai sappiamo che Meizu offre terminali di buona qualità ad un prezzo davvero ottimo e anche in questo caso ha mantenuto le promesse; questo M3S, infatti, viene offerto a poco meno di 100 euro (699 Yuan) per la versione con 2GB di RAM e 16GB di memoria interna e a circa 120 euro (899 Yuan) per la versione con 3GB di RAM e 32GB di memoria interna. Naturalmente questi prezzi fanno riferimento al mercato cinese e sicuramente quando verrà venduto sul nostro mercato subirà un aumento di prezzo, mantendo comunque un buon rapporto qualità/prezzo.

Meizu-M3s-prezzo-cina-1280x542
Il Meizu M3S verrà venduto in Cina a partire dal 18 giugno e dopo poco tempo dovrebbe arrivare anche sul mercato internazionale (quindi anche in Italia).

Queste le caratteristiche tecniche complete del Meizu M3S:

  • Display IPS 5″ HD (1280×720) con curvatura 2.5D
  • Processore MediaTek MT6750 octa-core a 1.5 GHz
  • Sistema operativo Android 5.1.1 Lollipop personalizzato con la Flyme 5.1
  • RAM 2/3 GB
  • Memoria interna 16/32 GB (espandibile tramite microSD)
  • Fotocamera posteriore da 13 MP
  • Fotocamera frontale da 5 MP, f/2.0
  • Supporto dual-SIM LTE con tecnologia VoLTE, Wi-Fi Dual Band
  • Lettore impronte digitali mTouch 2.1
  • Spessore 8.3 mm
  • Peso 138 g
  • Batteria da 3020 mAh

FoldiMate: il robot che stira e piega i vestiti al posto tuo

stirare-2

Tra le tante mansioni che bisogna svolgere a casa sicuramente stirare e piegare sono tra le più noiose. Quando è possibile si cerca qualcuno che possa farlo al nostro posto.

Molto presto, però, non bisognerà cercare qualcuno che possa stirare e piegare perchè a farlo sarà un robot.

Questo robot è FoldiMate, che vi aiuterà a stirare e piegare i vostri vestiti.

foldimate-v-main

FoldiMate è il prodotto adatto alle famiglie numerose, ma anche a tutte quelle persone che vivono da sole e che hanno poco tempo.

FoldiMate non è ancora presente sul mercato, ma dal 2017 si potranno effettuare i pre-ordini per riuscire poi ad averlo nel 2018. Il prezzo per questo particolare attrezzo sarà di circa 800 dollari, mentre la versione equipaggiata con il meccanismo per la stiratura costera circa 300 dollari in più.

Forme e dimensioni (pari a 71x81x78 cm) sono simili a quelle di una lavatrice o di una asciugatrice, ma nella parte superiore sono presenti dei ganci necessari per appendere i vestiti, mentre nella parte inferiore è presente un vano dove verranno restituiti i vestiti stirati e piegati. I capi che potranno essere introdotti all’interno della macchina sono magliette, asciugamani, camicie, federe e maglioni.

La durata del processo di stiratura e piegatura è di circa 45 secondi per ogni indumento. Qui di seguito il video che mostra il funzionamento di FoldiMate:

Molto probabilmente questo prodotto avrà un buon successo e riuscirà a diffondersi con molta facilità, specialmente quando il prezzo inizierà ad abbassarsi.

Meizu rilascia l’aggiornamento Flyme 5.1.6.0 – (Download)

Dopo circa due settimane dal rilascio della Flyme 5 anche per la versione internazionale, viene rilasciato un nuovo aggiornamento. Ora la Flyme è arrivata alla versione 5.1.6.0.

L’aggiornamento è stato rilasciato per tutte le versioni (quella cinese, quella internazionale e quella indiana).

L’aggiornamento è stato rilasciato per i seguenti modelli (potrete effettuare il download del firmware cliccando sopra il modello corrispodente, facendo attenzione a cliccare sul modello corretto):

In pratica Meizu ha rilasciato l’aggiornamento per tutti i modelli.

L’aggiornamento non dovrebbe essere rilasciato via OTA (almeno per il momento), quindi, se vorrete provarlo, dovrete effettuare l’installazione manualmente. Se avete già la Flyme 5 non serve effettuare il Clear Data; nel caso in cui, invece, la vostra versione di partenza sia la Flyme 4 dovrete effettuarlo. In entrambi i casi vi consiglio di effettuare prima un backup dei dati.

Una volta scaricato l’aggiornamento, copialo nella memoria del tuo smartphone ed aprilo con l’applicazione “Documenti”, in modo da avviare la procedura automatica di aggiornamento.

Per maggiori informazioni su come installare manualmente l’aggiornamento potete visitare la pagina ufficiale di Meizu Italia.

Buon download! E buona Flyme 5!

Prima di installare un aggiornamento è necessario accertarsi di avere un buon livello di batteria residua, almeno superiore al 30%. Selezionare l’opzione “Cancella dati utente” porterà alla cancellazione dei dati personali (come contatti salvati sul telefono, email del client di sistema, etc.). Lo spazio interno dedicato a foto, video o musica rimarrà invece inalterato. Installare un firmware precedente a quello attualmente installato, richiede la selezione dell’opzione “Cancella dati utente”. Scaricare l’aggiornamento con lo smartphone connesso alla rete 3G/4G potrebbe risultare in costi aggiuntivi, dunque consigliamo l’uso di una rete WiFi. Prima di effettuare un aggiornamento è consigliabile effettuare un backup dei propri dati, soprattutto se il dispositivo contiene dati importanti. Per evitare di arrecare danni al dispositivo, non spegnerlo o riavviarlo in fase di aggiornamento.

ATTENZIONE: questo blog non si assume nessuna responsabilità per i danni causati al vostro dispositivo in seguito all’installazione di questa rom. Le modifiche non sono adatte ai meno esperti in quanto potrebbero causare malfunzionamenti o nel peggiore dei casi portare al ‘Brick’ dello smartphone danneggiandolo irreversibilmente. Le modifiche interessano dei parametri normalmente non modificabili. Tutte le modifiche che apporterete al vostro dispositivo le farete a vostro RISCHIO E PERICOLO!

 

Ricarica rapida con MediaTek Pump Express 3.0: 20 minuti per il 70% di ricarica

pumpexpressmediatek.pngOrmai il mondo degli smartphone ha raggiunto un livello di eccellenza ed è difficile trovarne uno che funzioni davvero male. Anche gli smartphone che appartengono alla fascia media riescono ad offrire carateristiche di primo livello in uno spessore sempre più contenuto. Per avere smartphone più sottili con caratteristiche interessanti, però, molte volte si utilizzano batterie più piccole che si scaricano prima della fine della giornata.

In molti casi questo problema non viene percepito grazie alla presenza della ricarica rapida. In pratica pochi minuti di ricarica consentono di prolungare la durata della batteria di qualche ora.

La tecnologia di ricarica rapida più conosciuta è la QuickCharge di Qualcomm.

Oggi, però, voglio parlarvi di quella messa a punto da MediaTek, cioè, la Pump Express 3.0. MediaTek promette che con questa sua nuova tecnologia saranno sufficienti solo 20 minuti per ricaricare la batteria del proprio smartphone del 70%.

dc-Cover-c6qc4jt2mc9c0coqra3k8kejv4-20160530134630.Medi

La Pump Express 3.0 potrà essere utilizzata su quei prodotti che monteranno il SoC MediaTek Helio P20 (e naturalmente su quelli che monteranno i SoC della stessa MediaTek che verranno rilasciati in futuro).

La Pump Express 3.0 può ricaricare così velocemente lo smartphone poichè riesce a portare la corrente direttamente al modulo batteria integrato grazie all’interfaccia USB Type-C, bypassando il circuito interno di carica. Tutta questa velocità, però, porta un riscaldamento che potrebbe portare dei problemi alla batteria stessa. Su questo ultimo punto MediaTek afferma che la sua nuova tecnologia è stata studiata con attenzione anche per quanto riguarda il riscaldamento, affermando che non sarà un problema poichè ci sarà una riduzione del 50% rispetto alla versione precedente.

Non ci resta che aspettare uno smartphone che supporti questa tecnologia, sperando che il surriscaldamento non sia eccessivo, tanto da provocare danni alla batteria stessa. Se dovesse funzionare tutto come indicato da MediaTek questa tecnologia avrà un grande successo, visto che in una piccola pausa potremmo mettere lo smartphone sotto carica per poterlo utilizzare poi per molto tempo.

MeegoPad A02: la prima TV Stick con Remix OS

573d9aebN2b8a97a4

MeegoPad è conosciuta per la produzione di TV Stick e mini PC e ora è pronta a lanciare la prima chiavetta con Remix OS 2.0.

Per poter realizzare questo progetto ha attivato una campagna di crowdfunding su un sito cinese.

Generalmente i prodotti di MeegoPad utilizzano chip Intel, ma in questo caso ha preferito puntare su un processore della Allwinner; più precisamente si tratta di un Allwinner A83T, un processore octa-core Cortex-A7 con 2.0GHz di frequenza ed una architettura ARM big-LITTLE (questo per ridurre il consumo energetico della chiavetta).

L’altra grande novità riguarda il sistema operativo utilizzato. Infatti, verrà utilizzato Remix OS, un sistema operatico basato su Android che, però, garantisce un miglior utilizzo con mouse e tastiera, avendo un’interfaccia molto simile a quella dei PC con sistema operativo Windows (o desktop in generale).

id510788_1

La MeegoPad A02 verrà proposta in due configurazioni: una con 1GB di Ram e 16GB memoria interna eMMC, mentre la seconda avrà 2GB di Ram e 32GB di memoria interna eMMC. Le due diverse configurazioni avranno Wi-Fi 802.11n, Bluetooth, HDMI e USB.

57442496Nd97bd1d4

Le caratteristiche complete sono le seguenti:

  • CPU: Allwinner A83T (ARM Cortex-A7) octa-core fino a 2GHz
  • GPU: PowerVR SGX544MP1
  • Memoria: 1GB / 2GB DDR3 RAM
  • Storage:16GB / 32GB eMMC + slot micro SD fino a 64GB
  • OS: Remix OS 2.0
  • Uscita video: HDMI maschio
  • Audio I/O: HDMI, jack da 3,5 mm microfono
  • Connettività: WiFi 802.11 b/g/n e Bluetooth 4.0
  • USB: 2 USB 2.0 host, una micro USB
  • Varie: Pulsante di alimentazione
  • Alimentazione: 5V / 2A Micro USB
  • Dimensioni: 110 x 43 x 9.9 mm

Ancora il prodotto non è in vendita, ma potrete partecipare alla campagna di crowdfunding su un sito cinese, dove la MeegoPad A02 è proposta a circa 30 euro nella versione con 1GB di Ram e 16GB di memoria interna, mentre la versione con 2GB di Ram e 32GB di memoria interna è proposta a circa 45 euro. Se volete collegarvi al sito cinese di crowdfunding per finanziare questo progetto potete cliccare sul seguente link: Crowdfunding MeegoPad A02

Ormai Remix OS si sta diffondendo sempre di più e, dopo il primo tablet e il primo TV Box presentati da Jide (la società che ha creato Remix OS), quest’anno sono stati presentati il primo PC all-in-one con questo sistema operativo ed il Tablet Chuwi Hi 12 ed ora questo nuovo progetto che sicuramente risulta molto interessante.

Secondo me Remix OS riuscirà ad avere un buon successo, poichè riesce ad unire la flessibilità di Android e la facilità di utilizzo su PC con una interfaccia simile a quella Windows.
Se prima di acquistare un prodotto che utilizza Remix OS come sistema operativo volete provarlo per vedere come funziona, potete farlo installandolo sul vostro PC. Per provarlo non dovrete far altro che scaricare il file iso (nella versione da 32-bit o 64-bit) cliccando sul link sottostante e seguire la guida presente sul sito:

Go Launcher Prime a soli 10 centesimi (o gratis con un trucco) sul Google Play Store – (Download)

unnamed

I dispositivi Android hanno la caratteristica di poter essere personalizzati in base alle proprie esigenze ed ai propri gusti.

Il modo più semplice per modificare l’aspetto del proprio smartphone Android è quello di affidarsi ad uno dei tanti launcher presenti sul Google Play Store.

Uno dei più apprezzati è Go Launcher e oggi avete la possibilità di scaricare la versione Prime a soli 10 centesimi. La versione Prime ha alcune funzionalità aggiuntive che nella versione gratuita non possono essere sfruttate. Le funzioni che potrete utilizzare su Go Launcher Prime sono le seguenti:

  • Filtri per i wallpaper
  • Nuove animazioni tra cui scegliere
  • Dock laterale per per il passaggio tra app
  • Accesso alle app tramite gesture
  • Protezione di blocco nelle app

unnamedunnamoged unnameidunnaugmed

Inoltre, nella versione Prime viene eliminata la pubblicità.

L’offerta è davvero interessante e non vi resta che provare scaricandolo cliccando sul seguente link:

Go Launcher Prime a soli 10 centesimi

Potete scaricarlo anche senza pagare i 10 centesimi ottenendeo un credito di 50 centesimi da spendere sul Google Play Store. Per farlo dovrete seguire questa guida: “Come guadagnare credito da spendere sul Google Play Store“.

Con questa guida voi potrete ottenere del credito e gli sviluppatori non avranno alcun danno, poichè voi effettuerete il pagamento con il credito ricevuto da Google.

Come guadagnare credito da spendere sul Google Play Store

Il Google Play Store di Android offre tantissime app e tantissimi giochi; molti sono gratuiti, altri hanno anche una versione pro per la quale bisogna pagare. Grazie a questa guida potrete ottenere un credito da utilizzare proprio sul Goole Play Store.

Ecco come fare:

  1. Scaricare Google Opinion Rewards
  2. Iscriversi a questo servizio Google
  3. Rispondere al primo sondaggio che vi verrà presentato
  4. Dopo poco riceverete un questionario (in realtà composto da una sola domanda) che vi farà guadagnare un credito spendibile sul Google Play Store del valore di 50 centesimi di euro

In pratica avrete subito 50 centesimi da poter spendere e, inoltre, Google Opinion Rewards continuerà ad inviarvi sondaggi grazie ai quali potrete guadagnare altro credito.