Uno smartphone Android che costa 1,30 euro? Esiste, eccolo!

Tutti abbiamo uno smartphone, ma in alcuni casi siamo alla ricerca di un secondo smartphone che costi poco, da poter utilizzare senza la paura che si possa rompere, oppure, vogliamo regalarne uno ai nostri nonni o a persone che non sono molto esperte con la tecnologia.

Di solito, per riuscire a trovare uno smartphone di questo tipo, ci rivolgiamo al mercato degli smartphone made in china per avere un prodotto dall’ottimo rapporto qualità prezzo (in alcuni casi riusciamo a trovare smartphone che costano tra i 50 ed i 100 euro).
Se, però, volete spendere ancora meno oggi è possibile grazie ad uno smartphone che arriva dall’India.

Il telefono in questione è il Namotel Achhedin, uno smartphone venduto a 1,50 $, pari a circa 1,33 €.

Le caratteristiche non sono certo delle migliori, ma a questo prezzo non può si chiedere di più, anzi.

Le caratteristiche principali del Namotel Achhedin sono le seguenti:

  • display da 4″ con risoluzione 800 x 480
  • chipset Quad-Core RAM da 1 gigabyte
  • 4 gigabyte di memoria interna (espandibile fino a 32 gigabyte tramite microSD)
  • fotocamera principale da 2 megapixel
  • fotocamera frontale da 0.3 megapixel
  • supporto alla rete 3G con dual-SIM
  • batteria da 1,325mAh
  • Android 5.1 Lollipop

Caratteristiche davvero di basso livello, ma che diventano ottime visto il prezzo di vendita.

E non è nemmeno così brutto esteticamente.

Sicuramente questo smartphone non arriverà sul nostro mercato, ma potrete comunque acquistare uno smartphone (insieme ad altri due regali) a soli due euro seguendo questa guida.

Ti è piaciuto questo articolo? Se la risposta è si, allora lascia un mi piace alla pagina Facebook di Darth News Side, seguimi su Twitter e su Instagram. Inoltre, iscriviti al canale Telegram per ricevere tante notizie ed offerte direttamente sul tuo smartphone.

Ti è piaciuto questo articolo? Se la risposta è si, allora lascia un mi piace alla pagina Facebook di Darth News Side, seguimi su Twitter e su Instagram. Inoltre, iscriviti al canale Telegram per ricevere tante notizie ed offerte direttamente sul tuo smartphone.

Uno smartphone a 2 euro con Altroconsumo, ecco come averlo (insieme ad altri 2 regali)

Molte volte siamo alla ricerca di un secondo telefono da poter utilizzare anche in quelle situazioni in cui non vogliamo rischiare di danneggiare il nostro smartphone pagato una cifra abbastanza elevata.

Ormai le offerte sono sempre di più e, in alcuni casi, riusciamo a trovare smartphone che costano dai 50 ai 100 euro e che hanno una qualità apprezzabile. Per riuscire a trovare prodotti del genere dobbiamo rivolgerci al mercato degli smartphone cinesi.

Oggi, però, è possibile acquistare uno smartphone a 2 euro.

Il prezzo di questo smartphone, infatti, è solo di 2 euro.

Avete letto bene, solo 2 euro; qui di seguito vi spiegherò cosa dovrete fare per avere questo smartphone.

Innanzitutto, lo smartphone in questione verrà inviato da Altroconsumo, una grande associazione che si occupa di tutelare i consumatori (quindi potete stare tranquilli, non si tratta di una truffa).

Per poter avere lo smartphone dovrete abbonarvi ad Altroconsumo per 2 mesi a 2 euro e poi potrete decidere se continuare a ricevere le riviste, mantenendo l’abbonamento, o recedere senza alcun costo, ricevendo comunque lo smartphone.

Per abbonarvi dovrete collegarvi a questa pagina di Altroconsumo, compilare i campi richiesti e scegliere il colore dello smartphone (potrete scegliere tra quello bianco ghiaccio e quello azzurro).

Prima della scadenza dei due mesi potrete recedere senza pagare nessuna penale, oppure, continuare a ricevere le riviste (che possono sempre essere utili).

Se non conoscete Altroconsumo, ecco una piccola descizione.

Altroconsumo è la più grande organizzazione di consumatori che da oltre 40 anni aiuta più di 370.000 Soci nelle scelte di ogni giorno. Altroconsumo è più di una organizzazione, è un mondo di servizi creati per facilitarti la vita. Aderendo a quest’offerta riceverai, a soli 2€ per 2 mesi, le riviste, un regalo esclusivo e avrai accesso immediato a tutti i servizi: 80 avvocati al tuo fianco, consulenza economica e fiscale, oltre 5000 prodotti e servizi testati e consunltabili online per fare acquisti al miglior prezzo.

Potrete ricevere anche altri due regali, abbonadovi ad Altroconsumo Finanza.

Il procedimento per effettuare l’abbonamento è molto semplice e potrete effettuarlo collegandovi a questa pagina di Altroconsumo Finanza.

La prova di Altroconsumo Finanza è completamente gratuita e ha una durata di 4 settimane, passate le quali potrete decidere di annullare l’abbonamento o continuare a ricevere le riviste dedicate alla finanza.

I regali di benvenuto che riceverete sono 2: una base di ricarica USB e una sveglia.

La base per ricaricare comprende:

  • 2 porte USB 5V1A
  • 2 porte USB 5V2A
  • Piccolo vano sottostante per organizzare e nascondere i cavi

Mentre la sveglia presenta le seguenti caratteristiche:

  • Schermo LCD con data, ora e temperatura
  • Opzione suono: musica leggera, suoni della natura accompagnati o no da un gioco di luci
  • Funziona con 3 pile AAA da 1,5 V (non fornite)

In pratica con 2 euro potrete avere 4 riviste Altroconsumo, 4 numeri del settimanale Altroconsumo Finanza, uno smartphone Android, una base di ricarica USB e una sveglia.

Insomma, un’offerta imperdibile.

Non vi resta che provare.

Il nome di Android N potete sceglierlo voi, ecco come!

images

Tutti noi sappiamo che le varie versioni di Android seguono un ordine alfabetico e, per non essere banali e noiosi, i nomi riprendono quelli di un dolce.

La prossima versione sarà la N e Google chiede agli utenti di suggerire il nome completo che la prossima versione di Android dovrà avere.

I nomi di dolcetti che si sono susseguiti sono stati tanti; tutto è partito da Apple Pie fino alla versione attuale che è Marshmallow (potete leggere tutti i nomi di Android cliccando qui), ma quale sarà il prossimo nome?

Suggerisci anche tu il nome da dare ad Android N, anche se io ho già in mente quello che potrebbe essere il nome più adatto (e penso che molti di voi avranno pensato come me una dolcezza cremosa).

Se volete partecipare a questa simpatica iniziativa, non dovrete fare altro che collegarvi alla pagina creata da Google e suggerire il nome che preferite. Potrete collegarvi cliccando sul seguente link: Suggerisci un nome per Android N

Smartphone Android (e non solo) a rischio: arriva il porno – virus

porno-smartphone

Sono molti i virus che possono colpire il vostro smartphone Android (alcuni esempi sono rappresentati da questo malware scoperto ultimamente da Kaspersky e da questo che sembra un semplice aggiornamento).

Ma questo di cui vi parlerò oggi è leggermente diverso e potrebbe attaccare il vostro dispositivo mentre vi “rilassate” un po’.

Questo nuovo virus andrebbe ad attaccare il vostro smartphone mentre state guardando qualche video hard on-line e state facendo altro per pensare a questo rischio.

Questa notizia arriva da un ricercatore informatico di Dell, Alex Dubrowsky (chissà come e quando lo avrà scoperto) che ha affermato che il virus si sta diffondendo molto rapidamente tra i dispositivi Android, ma anche quelli Apple non ne sono immuni.

Questo virus blocca il dispositivo che, così, risulterà inutilizzabile.

Questo virus è in una fase iniziale e ancora non è in grado di rubare i dati dal vostro smartphone, ma in futuro, in seguito ad un suo maggiore sviluppo, potrebbe fare anche ciò.

L’unico consiglio per evitare questo inconveniente è quello di scaricare solo da siti e store attendibili e di non visitare questi siti hard.
Comunque degli esperti stanno già cercando il modo per bloccare questo virus; intanto prestate più attenzione.

Xiaomi promette l’arrivo di tante novità nei prossimi mesi

Xiaomi-Logo-990x468

Xiaomi è una delle aziende cinesi più apprezzate anche dagli utenti non asiatici. Questa azienda riesce a proporre smartphone dall’ottimo rapporto qualità prezzo e non solo; la stessa azienda, infatti, produce motli altri prodotti smart che vanno dai tablet alle scarpe tecnologiche, dai braccialetti fitness ai materassi, le biciclette e accessori per la cucina (e tanto altro ancora). Il legame tra tutti questi prodotti è la tecnologia, poichè Xiaomi trasforma (quasi) tutti i prodotti che usiamo quotidianamente in prodotti smart.

xiaomi-mi-5-2 600x337xxiaomi-tablet-launch-colours.jpg.pagespeed.ic_.qZbgQjrhhs

Già in questi primi mesi del 2016 ha già sfornato tanti prodotti (soprattutto smartphone), con i quali andrà a soddisfare le esigenze di quasi tutti i clienti in cerca di un prodotto di buona qualità ad un ottimo prezzo.

xiaomi_bicicletta_smartphone xiaomi-scarpe-smart-li-ning

Di certo, però, Xiaomi non ha intenzione di fermarsi, anzi. Sono le parole del CEO Lei Jun a far capire che nei prossimi mesi arriveranno tanti prodotti più o meno attesi. A giugno sarà rilasciata la Mi Band 2 e dopo poco tempo sarà il turno del Mi Drone. Per questi prodotti c’erano stati già dei rumors e si sapeva che sarebbero arrivati presto, ma lo stesso Lei Jun ha fatto intendere che ci potrebbe essere spazio anche per un dispositivo VR (anche se questo è ancora in una fase di sviluppo).

Questi prodotti verranno rilasciati nell’immediato, ma già ci sono delle indiscrezioni per un futuro un po’ meno prossimo che riguardano l’arrivo di uno smartphone con display curvo (prendendo spunto dalla linea Edge di Samsung) e una nuova tecnologia di ricarica wireless; oltre allo smartphone dovrebbe arrivare anche il notebook di casa Xiaomi e un SoC proprietario (seguendo la scelta fatta da Samsung e da Huawei).

Insomma, Xiaomi non si ferma mai e cerca di espandersi sempre di più sul mercato e sempre in più settori, lasciando comunque sempre molto spazio al settore degli smartphone, dove punta a superare i 70 milioni di device venduti.

Remix OS su un tablet Chuwi

Chuwi-CES

Dal CES Asia 2016 arriva una novità abbastanza interessante, infatti, Chuwi ha annunciato una versione del suo Hi 12 con Remix OS.

Per chi non lo sapesse, Remix Os è un fork di Android ideato per un migliore utilizzo su PC (utilizzando anche mouse e tastiera) e tablet, ricordando nella grafica Windows.

Chuwi Hi 12 è un prodotto già esistente nella modalità dual OS con Android 5.1.1 e Windows 10, ma questo nuovo Hi 12 utilizzerà Remix OS.
Le altre caratteristiche tecniche del tablet non cambiano ed è quindi caratterizzato da un display da 12″ con risoluzione 2160 x 1440 pixel, un SoC Intel Cherry Trail Atom-x5, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.
Non ci sono notizie certe sulla data di lancio, ma, essendo Chuwi Hi 12 un tablet già in produzione, la versione con Remix OS non dovrebbe tardare ad arrivare.
Remix OS è un sistema operativo molto interessante e potrebbe cominciare a diffondersi molto rapidamente se i diversi produttori iniziassero ad utilizzarlo; in questo CES Asia 2016 si sono forse visti il primi passi che vanno in questa direzione, vista la presentazione di questo tablet Chuwi e del primo PC all-in-one che utilizzerà proprio Remix OS.
Questi due nuovi prodotti andranno ad affiancare il box TV e il tablet prodotti da Jide (la società che ha creato Remix OS). Voglio inoltre ricordarvi che è già possibile provare Remix OS sui vostri PC scaricandolo gratuitamente direttamente dal sito di Remix.

Flyme 5.1.5.0G anche per Meizu M2 Note e Meizu MX4 – (Download)

Oggi è il gran giorno, per gli utenti Meizu, dell’arrivo della Flyme 5 versione G (internazionale), nella versione 5.1.5.0.

C’era stata un po’ di confusione nel pomeriggio perchè erano stati pubblicati gli URL sbagliati sia per il Meizu M2 Note che per il Meizu MX4, mentre nessun errore c’era stato per gli altri dispositivi che hanno ricevuto anche oggi la Flyme 5, cioè, il Meizu PRO5, il Meizu MX5, il Meizu MX4 Pro ed il Meizu M1 Note (all’interno di questo articolo troverete anche la guida da seguire per l’installazione manuale, visto che l’aggiornamento non dovrebbe arrivare via OTA).

L’aggiornamento non arriverà via OTA (almeno per il momento) a causa di lavori in corso sui server, ma potete effettuare il download copiando l’URL sottostante e incollandolo nella barra di ricerca del vosrto browser e, in seguito, effettuando l’installazione manualmente. Ecco gli URL:

  • Flyme 5.1.5.0 G per Meizu M2 Note: http://www.res.flymeos.com/Firmware/Flyme/m2_note/5.1.5.0/intl/20160516131549/c18b788e/update.zip
  • Flyme 5.1.5.0 G per Meizu MX4: http://www.res.flymeos.com/Firmware/Flyme/MX4/5.1.5.0/intl/20160516131215/12c842cd/update.zip

Non preoccupatevi se negli URL c’è scritto beta, infatti, si tratta della versione stabile, come confermato da Meizu Italia.

Molti utenti hanno scritto che dopo l’aggiornamento non era presente l’account Flyme, utile per chi vuole, per esempio, attivare i permessi di root; nel caso in cui questo per voi possa essere un problema, potete seguire questa guida che vi spiegherà come riattivare l’account Flyme (la guida è stata creata per il Meizu M2 Note, ma funziona anche con altri dispositivi Meizu).

Buon Download!

ATTENZIONE: questo blog non si assume nessuna responsabilità per i danni causati al vostro dispositivo in seguito all’installazione di questa rom. Le modifiche non sono adatte ai meno esperti in quanto potrebbero causare malfunzionamenti o nel peggiore dei casi portare al ‘Brick’ dello smartphone danneggiandolo irreversibilmente. Le modifiche interessano dei parametri normalmente non modificabili. Tutte le modifiche che apporterete al vostro dispositivo le farete a vostro RISCHIO E PERICOLO!

 

 

Whatsapp copia Telegram

Telgram

Whatsapp in questo periodo sta portando molte novità. Infatti è stata rilasciata l’app ufficiale per usare la popolare applicazione per la messaggistica anche sui PC Windows e Mac e, inoltre, è stata rilasciata la versione beta che consente di effettuare la videochiamata.

L’ultima funzione introdotta, però, è stata copiata da un’altra applicazione che rappresenta la migliore alternativa a WhatsApp. L’app in questione è Telegram e la funzione a cui facciamo riferimento è la funzione citazione. Con questa funzione sarà possibile utilizzare una citazione di un messaggio precedente all’interno di una nuova chat. La citazione sarà compresa in una forma rettangolare ma nello stesso fumetto del messaggio che la accompagnerà. Proprio come avviene su Telegram. Per poter utilizzare questa nuova funzione, bisognerà tenere premuto il messaggio che si vuole utilizzare e avremo la possibilità di utilizzare la citazione in aggiunta a quelle che sono le altre funzioni già esistenti.

Per WhatsApp sarà una novità, ma per gli utenti Telegram è una funzione molto conosciuta e apprezzata.

Whatsapp sta veramente rilasciando molti aggiornamenti e sta cercando di completare l’app aggiungendo tutte quelle funzioni che possono essere comode per i propri utenti. Per fare ciò, non solo cerca di creare nuove funzioni, ma copia anche quelle più apprezzate ed utilizzate già sulle app concorrenti.

Gli utenti che utilizzano Telegram (perchè lo considerano migliore e più sicuro) avranno sicuramente qualcosa da ridire, ma quelli che utilizzano WhatsApp apprezzeranno sicuramente, visto che ogni giorno che passa la loro app preferita diventa sempre più completa.

Finalmente Flyme 5.1.5.0G (versione internazionale) per Meizu PRO5, MX5, MX4 Pro e M1 Note- (Download)

id508886_1

L’attesa è stata veramente lunga, ma finalmente la versione internazionale della Flyme 5 è stata rilasciata. L’aggiornamento è stato rilasciato per i seguenti terminali di casa Meizu: PRO 5, MX5, MX4 Pro, M1 Note.

L’aggiornamento non si sa se arriverà via OTA a causa di alcuni lavori in corso, ma potrete effettuare il download ed effettuare l’installazione manuale.

Qui diseguito i link per il download da copiare ed incollare nella barra degli indirizzi del proprio browser:

  • link Flyme OS 5.1.5.0G per Meizu PRO5: http://download.meizu.com/Firmware/Flyme/PRO_5/5.1.5.0/intl/20160504113409/b4a59d82/update.zip
  • link Flyme OS 5.1.5.0G per Meizu MX5: http://download.meizu.com/Firmware/Flyme/MX5/5.1.5.0/intl/20160505150156/a664b686/update.zip
  • Flyme OS 5.1.5.0G per Meizu MX4 Pro: http://download.meizu.com/Firmware/Flyme/MX4_Pro/5.1.5.0/intl/20160504120318/4c9d79c2/update.zip
  • link Flyme OS 5.1.5.0G per Meizu M1 Note: http://download.meizu.com/Firmware/Flyme/m1_note/5.1.5.0/intl/20160504115042/346ffe26/update.zip

Una volta scaricato l’aggiornamento, copialo nella memoria del tuo smartphone ed aprilo con l’applicazione “Documenti”, in modo da avviare la procedura automatica di aggiornamento.

Per maggiori informazioni su come installare manualmente l’aggiornamento potete visitare la pagina ufficiale di Meizu Italia.

Buon download! E buona Flyme 5!

Prima di installare un aggiornamento è necessario accertarsi di avere un buon livello di batteria residua, almeno superiore al 30%. Selezionare l’opzione “Cancella dati utente” porterà alla cancellazione dei dati personali (come contatti salvati sul telefono, email del client di sistema, etc.). Lo spazio interno dedicato a foto, video o musica rimarrà invece inalterato. Installare un firmware precedente a quello attualmente installato, richiede la selezione dell’opzione “Cancella dati utente”. Scaricare l’aggiornamento con lo smartphone connesso alla rete 3G/4G potrebbe risultare in costi aggiuntivi, dunque consigliamo l’uso di una rete WiFi. Prima di effettuare un aggiornamento è consigliabile effettuare un backup dei propri dati, soprattutto se il dispositivo contiene dati importanti. Per evitare di arrecare danni al dispositivo, non spegnerlo o riavviarlo in fase di aggiornamento.

ATTENZIONE: questo blog non si assume nessuna responsabilità per i danni causati al vostro dispositivo in seguito all’installazione di questa rom. Le modifiche non sono adatte ai meno esperti in quanto potrebbero causare malfunzionamenti o nel peggiore dei casi portare al ‘Brick’ dello smartphone danneggiandolo irreversibilmente. Le modifiche interessano dei parametri normalmente non modificabili. Tutte le modifiche che apporterete al vostro dispositivo le farete a vostro RISCHIO E PERICOLO!

 

Con l’ultima beta di WhatsApp per Android arriva la videochiamata

whatsapp-logo-100564089-primary.idge_

WhatsApp rilascia una versione beta, la versione 2.16.80, che porta una gradita novità, cioè, la videochiamata.

Era già possibile effettuare la chiamata, ma con questa versione beta si potrà scegliere se effettuare quella classica per trasmettere solo l’audio, oppure, effettuare la videochiamata. Questa versione beta è disponibile sul Play Store per gli utenti iscritti al programma beta, tutti gli altri potranno avere questa versione scricando il file apk ed installandolo manualmente.

Nel provare la nuova funzionalità potrebbe apparire il messaggio “video calling is unavailable at this time”, questo perchè la videochiamata dovrà essere attivata lato server, quindi potrebbe volerci un po’ di tempo e l’attivazione potrebbe essere effettuata gradualmente (come era avvenuto con le chiamate).

WhatsApp punta a consolidare la sua posizione di leader tra le app di messaggistica e con questa nuova funzionalità, molto probabilmente, riuscirà nel suo intento. Per riuscire a mantenere salda la sua posizione, proprio in questi giorni, ha rilasciato anche l’applicazione ufficiale per Windows e Mac, con la quale sarà possibile utilizzare WhatsApp anche sui PC.

L’app sta diventando sempre più completa e, forse, una delle poche funzionalità mancanti riguarda la possibilità di collegare due numeri di telefono da utilizzare sullo stesso smartphone. In attesa che anche questa piccola lacuna venga colmata potrete comunque utilizzare due account Whatsapp su un unico dispositivo seguendo la guida riportata nel seguente articolo: Come usare più account di WhatsApp (e di altri social network, app o giochi) su un unico smartphone.