Xiaomi Mi 5s potrebbe avere un lettore di impronte digitali ad ultrasuoni sotto il display

Una delle caratteristiche più interessanti degli smartphone è il lettore di impronte digitali. Grazie ad esso possiamo proteggere con maggiore sicurezza il nostro dispositivo o anche una parte dello stesso (per esempio richiedendo l’utilizzo dell’impronta solo per i messaggi o per la galleria).

Ormai quasi tutti gli smartphone ne hanno uno che generalmente viene posto nella parte posteriore vicino alla fotocamera o nella parte frontale all’interno di un tasto fisico (in alcuni modelli si trova nella parte laterale).

Xiaomi, però, potrebbe portare una grossa novità a partire dal suo prossimo smartphone, il Mi 5s; secondo alcune indiscrezioni, infatti, l’azienda cinese potrebbe utilizzare un sensore d’impronte digitali ad ultrasuoni.

Questa tecnologia è stata presentata lo scorso anno da Qualcomm con il nome di Sense ID 3D Fingerprint Technology. Grazie a questa novità non servirebbe nessun tasto fisico sulla parte bassa del display, ma il lettore di impronte sarebbe nascosto al di sotto del vetro e basterebbe appoggiare il dito per far funzionare il tutto.

Un grande vantaggio degli scanner ad ultrasuoni, rispetto a quelli normali, è dato dalla capacità di riconoscere l’impronta anche se le dita sono bagnate e, inoltre, possono essere montati anche su materiali diversi dal vetro, come la plastica o l’alluminio.

Xiaomi sarebbe la prima azienda ad adottare questa tecnologia, ma il condizionale è d’obbligo visto che non sono ancora state rilasciate comunicazioni ufficiali.

Non ci resta che aspettare per vedere se Xiaomi farà da apripista e se riuscirà ad imporre sul mercato questa novità, facendo abbandonare anche ad altre aziende il tasto fisico utilizzato per nascondere il lettore d’impronte (anche se alcune aziende potrebbero mantenerlo comunque, tra queste ci potrebbe essere Meizu con il suo tasto fisico diventato un segno distintivo dei suoi smartphone e molto apprezzato dai suoi clienti).

Xiaomi Mi 5 Extreme Edition: una versione più potente del Mi 5

Xiaomi-Mi-5-High-Version-758x356

Xiaomi è una delle più importanti aziende cinesi produttrici di smartphone e non solo.

I suoi prodotti sono molto apprezzati per l’ottimo rapporto qualità/prezzo. Tra gli smartphone uno dei più apprezzati è sicuramente il Mi 5. Questo smartphone è stato proposto in moltissime varianti e molto presto ne arriverà un’altra. La prossima versione sarà la Extreme Edition.

In pratica si tratta del modello standard con overclock del processore (che passa da 1.8GHz a 2.15 GHz), della GPU Adreno 530 (che da un clock di 510MHz arriva a 624MHz) e la RAM LPDDR4 da 3GB passa da 1333MHz a 1866MHz. Le altre caratteristiche sono identiche al modello standard.

Lo Xiaomi Mi 5 Extreme Edition sarà proposto in 4 colorazioni (bianco, nero, oro, viola) ad un prezzo di circa 300 dollari.

Xiaomi Mi 5 ha avuto un grande successo e chi vorrà avere ancora più potenza verrà accontentato da questa Extreme Edition.

Xiaomi ha inoltre pubblicato i sorgenti del Mi 5 e, quindi, molto presto potranno arrivare molte custom ROM dedicate per la gioia di tutti gli smanettoni.

Xiaomi ha pubblicato i sorgenti del kernel del Mi 5

Xiaomi Mi 5 è stato presentato durante il Mobile World Congress 2016 ed oggi, finalmente, Xiaomi ha pubblicato il codice sorgente del kernel di questo ottimo dispositivo.

Questa notizia verrà accolta con particolare interesse dagli sviluppatori e da tutti gli appassionati di modding. Grazie alla pubblicazione dei sorgenti la community potrà creare custom ROM, proporre delle modifiche e molto altro.

Molto presto, quindi, potrebbero esserci delle importanti novità per i possessori di questo dispositivo. La speranza, però, è che in futuro Xiaomi pubblichi i sorgenti con maggiore rapidità.

Chiunque fosse interessato può effettuare il download attraverso questo link:

Oltre alla pubblicazione dei sorgenti ci sarà una nuova versione del Mi 5, cioè, la Extreme Edition.

Ti è piaciuto questo articolo? Se la risposta è si, allora lascia un mi piace alla pagina Facebook di Darth News Side, seguimi su Twitter e su Instagram. Inoltre, iscriviti al canale Telegram per ricevere tante notizie ed offerte direttamente sul tuo smartphone.

Leggi e #retwitta questo articolo 😉 Il contenuto è interessante e sarebbe un peccato non condividerlo con i tuoi amici. Passa al lato oscuro delle notizie. Leggi le notizie di #DarthNewsSide 😉 Condividi il Tweet

Arriva la Flyme 5.1.9.0G per Meizu MX4

Il Meizu MX4 (versione internazionale G) ha ricevuto l’ultimo aggiornamento circa tre mesi fa, ma ora è arrivato il momento del nuovo aggiornamento; infatti è possibile installare la versione 5.1.9.0G (quindi, per la versione internazionale) sul Meizu MX4.

Tra le novità introdotte ci sono le gestures richiamabili dalla schermata di blocco e naturalmente diverse ottimizzazioni della galleria, della homescreen e dello user center. Sono state rimosse le Gapps, ma sarà possibile installarle effettuando il download del play services dallo store di Meizu presente sullo smartphone.

L’aggiornamento dovrebbe arrivare tramite OTA, ma ci potrebbe volere ancora un po’ di tempo. Se volete procedere subito con l’aggiornamento, però, potrete effettuare l’installazione manuale scaricando il file, copiandolo nella memoria dello smartphone ed aprendolo con l’app Documenti; in questo modo si avvierà la procedura automatica di aggiornamento.

Per procedere al download del file cliccate sul seguente link:

Questo è il changelog completo:

[system]
Removed GMS from the system.
(Users caninstall them from Hot Apps)
Added a feature to take long screenshots.
(Long press volume key and power buttons)
Added a Weather app.
Added Hot Apps.
Added App Store.
Optimized the home screen layout.
Improved the system translations.
Added multiwindow support for more apps.

[System update]
Added support of overnight update

[SetupWizard]
Added a setting item for users to select their country or region.

Optimized the Setup Wizard.

[Lock screen]
Corrected a lock screen error caused bythird-party apps.
Fixed a failure to dismiss an alarm fromthe Lock screen.
Added a feature to allow accidental touchrejection when the locked screen is waken up.
Reduced the time to launch the camera fromthe Lock screen.
Adjusted the unlock prompt at the bottom ofthe Lock screen so that it will be hidden when an album cover art is shown onthe screen.

[Settings]
Added a configuration option to displaylarger icons on the Home screen.
Added new toggles for VPN, screenshot,hotspot, etc. in Notification bar;
Added WLAN Doctor to WLAN page in Settingsto enhance the security of the network;
When using 2 SIMs, users can set differentringtones for each SIM;

[Security]
Added ‘USB installation manager’ inPermissions to avoid unauthorized installation of apps via USB cable;
Added a ‘Clean similar photos’ feature toPurifier in Security to release phone storage;

[Home screen]
Optimized the icons display on Home screen;
Optimized the cursor when edit an appfolder. The cursor color will dynamically change according to wallpaper color;
Optimized the icon size for Bluetoothkeyboard on notification bar;

[User Center]
Added User Center.

[Communications]
Added a “title” field to contactinformation.
Added a new feature to copy a number by tapping and holding a call log.

[Gallery]
Added a feature for users to save an edited photo as a new image.

 

Prima di installare un aggiornamento è necessario accertarsi di avere un buon livello di batteria residua, almeno superiore al 30%. Selezionare l’opzione “Cancella dati utente” porterà alla cancellazione dei dati personali (come contatti salvati sul telefono, email del client di sistema, etc.). Lo spazio interno dedicato a foto, video o musica rimarrà invece inalterato. Installare un firmware precedente a quello attualmente installato, richiede la selezione dell’opzione “Cancella dati utente”. Scaricare l’aggiornamento con lo smartphone connesso alla rete 3G/4G potrebbe risultare in costi aggiuntivi, dunque consigliamo l’uso di una rete WiFi. Prima di effettuare un aggiornamento è consigliabile effettuare un backup dei propri dati, soprattutto se il dispositivo contiene dati importanti. Per evitare di arrecare danni al dispositivo, non spegnerlo o riavviarlo in fase di aggiornamento.

ATTENZIONE: questo blog non si assume nessuna responsabilità per i danni causati al vostro dispositivo in seguito all’installazione di questa rom. Le modifiche non sono adatte ai meno esperti in quanto potrebbero causare malfunzionamenti o nel peggiore dei casi portare al ‘Brick’ dello smartphone danneggiandolo irreversibilmente. Le modifiche interessano dei parametri normalmente non modificabili. Tutte le modifiche che apporterete al vostro dispositivo le farete a vostro RISCHIO E PERICOLO!

Ecco cosa fare per non condividere le informazioni dell’account WhatsApp con Facebook

whatsapp-logo-100564089-primary.idge_

WhatsApp ha modificato i termini di servizio e l’informativa sulla privacy. Con queste modifiche permetterà a Facebook di accedere alle informazioni dell’account di WhatsApp per migliorare l’esperienza con le inserzioni e con i suoi prodotti.

Gli utenti, però, possono decidere di non condividere queste informazioni con Facebook attraverso pochi semplici passaggi.

Il primo metodo può essere utilizzando non appena si riceve il messaggio di avviso delle modifiche apportate da WhatsApp. Invece di cliccare subito su Accetto dovrete premere Leggi; verrà aperta una nuova schermata dove ci sarà un’opzione per impedire che le informazioni vengano condivise con Facebook. Per fare ciò non dovrete far altro che togliere la spunta e poi premere accettto.

1

2

Se, invece, avete già accettato i nuovi Termini di servizio e dell’informativa sulla privacy avrete 30 giorni di tempo per modificare il tutto andando ad impedire che le informazioni dell’account vengano condivise con Facebook. Per fare ciò dovrete entrare nelle impostazioni di WhatsApp, cliccare su Account e togliere la spunta da Condividi info account.

3

Questi sono i due metodi da seguire se non volete condividere le informazioni del vostro account WhatsApp con Facebook.

Gli smartphone Meizu arriveranno presto nei negozi fisici italiani grazie a Concorde S.p.a.

meizu-logo

Negli ultimi anni abbiamo imparato a conoscere ed apprezzare gli smartphone Meizu, device caratterizzati da un ottimo rapporto qualità/ prezzo e da una grande qualità costruttiva.

Fino ad ora in Italia era possibile acquistare i prodotti Meizu soltanto on-line; molti utenti, però, quando acquistano un prodotto vogliono toccarlo con mano e quindi fino ad oggi non hanno potuto godere della qualità e della bellezza dei prodotti Meizu.

Ma da oggi anche questi utenti potranno acquistare uno smartphone Meizu direttamente nei negozi fisici, grazie all’accordo che Meizu ha raggiunto con Concorde S.p.a. (un’azienda bolognese leader nella distribuzione di elettronica di consumo). Questo accordo prevede, appunto, la distribuzione dei device Meizu su tutto il territorio italiano.

Meizu ha già consolidato la sua posizione all’interno del mercato cinese e ora, anche grazie ad un investimento di 590 milioni di euro da parte del Gruppo Alibaba nell’azienda, ha deciso di espandersi anche in Europa.

Concorde S.p.a. è diventato distributore ufficiale per l’Italia a luglio 2016, quindi, molto presto potremo trovare gli smartphone Meizu nei più grandi negozi di elettronica di consumo. I primi smartphone che verranno distribuiti saranno il Meizu Pro 6, M3 Note e  M3S.

Queste sono le parole rilasciate da Massimo Viale (AD di Concorde S.p.a.): “È per noi motivo di orgoglio e soddisfazione essere l’azienda che è riuscita a portare nei negozi italiani un marchio che sta riscuotendo così tanto successo in Cina. Riteniamo i prodotti MEIZU degli esempi di eccellenza tecnologica a un prezzo decisamente accessibile e siamo sicuri saranno capaci di riscuotere il successo che meritano anche nel nostro Paese”.

Meizu intanto ha presentato il nuovo MX6 e, inoltre, il Ceo Bai Yongxiang ha confermato che in futuro verrà commercializzato un Meizu con display dual Edge.

In futuro ci sarà uno smartphone Meizu con display dual Edge

Meizu-Pro-6-Dual-Edge

Samsung è stata la prima azienda a puntare sugli smartphone con display curvo ai bordi e questa scelta è stata molto apprezzata dagli utenti. Proprio grazie al successo ottenuto dalla serie Edge di Samsung anche altri produttori hanno deciso che in futuro produrranno uno smartphone con questa caratteristica.

Huawei e Xiaomi hanno già confermato (in modo ufficioso) che produrranno uno smartphone di questo tipo, ma ora arrivano conferme anche da Meizu.

Infatti, in occasione della presentazione del Meizu MX6, il CEO dell’azienda cinese, Bai Yongxiang, ha affermato che l’azienda è interessata a questa tecnologia e che molto probabilmente in futuro verrà commercializzato uno smartphone dual Edge.

Il CEO di Meizu ha deciso di svelare una delle caratteristiche di un futuro smartphone, ma non ha specificato quando questo verrà commercializzato; potrebbe avvenire già entro la fine del 2016 o gli inizi del 2017. Non ci resta che aspettare per riuscire ad avere sul mercato un altro smartphone Edge che vada ad affiancarsi ai device Samsung, ma magari con un prezzo di vendita inferiore.

Future-technology-Concept-Meizu-Edge-Pro-6-and-Pro-7-with-a-curved-display

meizu-pro-6-edge-2-w782

Ecco come avere un buono da 10 euro da spendere su Amazon.de – (spedizione anche in Italia)

a.de_logo_RGB

Vuoi ricevere un buono da 10 euro da spendere su Amazon.de? Ecco il procedimento che devi seguire:

  • Abbonati ad Amazon Prime cliccando qui (Amazon Prime è gratuito per 30 giorni, quindi, potete provarlo e poi decidere se continuare ad utilizzare Prime oppure disdire il tutto dopo aver ottenuto il buono)
  • Clicca su questo link per partecipare all’operazione Amazon Germania
  • Clicca qui per annullare l’iscrizione a Prime
  •  Entrate su audible.de (indentificandosi su  Amazon) e annullate il vostro abbonamento “Abo kündigen” -> “Mit Kündigung fortfahren” -> “Kündigung abschliessen”

In questo modo avrete un buono sconto da 10 euro da spendere su Amazon.de. Potrete utilizzare il buono senza l’obbligo di un prezzo minimo d’acquisto e, inoltre, le spedizioni verranno effettuate anche verso l’Italia (naturalmente). Il buono sarà visibile quando andrete ad effettuare l’acquisto e verrà applicato automaticamente al momento del pagamento.

Nokia P1: Nokia ritorna con uno smartphone Android

Molto presto Nokia potrebbe tornare nel mondo degli smartphone Android con P1.

Il Nokia P1 dovrebbe essere identico allo Sharp AQUOS P1, questo perché il nuovo smartphone Nokia dovrebbe essere prodotto da Foxconn, azienda che ha acquistato una parte del marchio Nokia da Microsoft, ma che ha acquistato anche Sharp.

Il progetto di Foxconn sarebbe quello di riproporre il marchio Nokia nel mondo degli smartphone attraverso un rebranding di uno smartphone dalle ottime caratteristiche tecniche, ma che attualmente viene venduto solo nei mercati asiatici.

Il Nokia P1 dovrebbe avere queste caratteristiche:

  • Display da 5.3″ FHD
  • Processore Snapdragon 820
  • 3 GB di RAM
  • 32 GB di memoria interna (espandibile tramite microSD)
  • Fotocamera principale da 22.6 MP e Fotocamera frontale da 5 MP
  • Batteria da 3000 mAh
  • Connettività LTE
  • Bluetooth 4.2
  • Lettore di impronte digitali
  • Android 6.0
  • Impermeabilità

Le caratteristiche sono davvero ottime e sono uguali a quelle dello Sharp AQUOS P1 (essendo un rebrand).

Questi sono solo rumors e non ci sono certezze sul fatto che Foxconn decida di tramutare questa sua idea in realtà. Di sicuro molti sarebbero contenti di avere nuovamente uno smartphone Nokia, ma forse sarebbe molto meglio riuscire a crearne uno nuovo partendo da quelle che erano le caratteristiche principali dei telefoni Nokia.

Per ora non ci resta che aspettare, intanto potete vedere il video dello Sharp AQUOS P1:

La prossima versione di Android si chiamerà Nougat

oihfaso

Inizialmente Google svelava fin da subito il nome delle varie versioni di Android, ma per le ultime versioni ha cambiato questa abitudine cercando di stuzzicare l’interesse degli utenti e, come in questo caso, creando una pagina dove era possibile suggerire un nome per Android N. L’unica cosa che Google aveva dichiarato in anticipo era il giorno in cui sarebbe stato reso pubblico il nome per l’ultima versione di Android, cioè il 30 giugno 2016; e  oggi alle 18, davanti la sede centrale di Google, è stato svelato il nome di quello che fino ad ora veniva chiamato Android N mostrando una statua. Il successore di Marshmallow sarà Android Nougat.

h New Image

Quindi il nome non sarà Nutella (come tutti speravamo, ma in fondo sapevamo fosse quasi impossibile), ma Nougat, cioè, il torrone alle mandorle.

Il nome è stato svelato, ma non sappiamo se il numero della versione sarà 6.1 oppure 7.

Nougat è solo l’ultimo dei nomi di dolcetti assegnati alle versioni di Android e tra poco si comincerà a pensare quale sarà il prossimo; se, però, volete sapere tutti i nomi di tutte le versioni precedenti ad Android Nougat non dovrete far altro che cliccare sul seguente link: