Mobvoi TicBand: una nuova smartband che vuole sfidare la Xiaomi Mi Band 3

Mobvoi è una giovane startup che sta incontrando il favore dei clienti grazie ai prodotti caratterizzati da un rapporto qualità/prezzo ottimo. L’ultimo prodotto ad arrivare sul mercato è la TicBand, una smartband che va a scontrarsi con la Xiaomi Mi Band 3.

Caratteristiche tecniche della Mobvoi TicBand

  • Display: OLED, 0.87″, 128 x 32 pixel
  • Connettività: Bluetooth 4.2
  • Batteria: 78 mAh
  • Dimensioni: 250x17x10.8 mm (con il bracciale)
  • Peso: 22 grammi
  • Altro: certificazione IP68, sensore per la rilevazione del battito cardiaco

La TicBand va ad affiancare altri dispositivi di Mobvoi che hanno avuto un buon successo (tra gli altri gli smartwatch TicWatch S e TicWatch E, il TicHome Mini e gli auricolari TicPods).

Le funzionalità sono quelle classiche delle smartband e, quindi, il monitoraggio dell’attività fisica, il conteggio dei passi, il monitoraggio del sonno e l’avviso per le notifiche (con alcune informazioni visibili sul display).

Non manca la resistenza ad acqua e polvere grazie alla certificazione IP68.

Disponibilità e prezzo della Mobvoi TicBand

La TicBand può essere acquistata su Amazon al prezzo di 49,99 euro. La smartband viene proposta in due diverse colorazioni: Gray e Gold.

Potreste anche pagarla 39,99 euro sfruttando una promozione di Amazon attiva in questo momento.

All’interno del mercato delle smartband le più apprezzate sono sicuramente le varie Mi Band di Xiaomi perché sono dispositivi di ottima qualità e proposti a prezzi davvero interessanti (sia su Amazon che su siti come GearBest).

Come già detto questa TicBand va a scontrarsi frontalmente con la nuova Mi Band 3 e se sotto alcuni punti (leggendo le caratteristiche tecniche) quest’ultima sembra uscirne vincitrice, sotto altri, considerando che la smartband di Mobvoi è venduta su Amazon e che i prodotti di questa azienda hanno sempre mostrato di avere un’ottima qualità, di sicuro la TicBand può essere considerata una più che valida alternativa.

Ti è piaciuto questo articolo? Se la risposta è si, allora lascia un mi piace alla pagina Facebook di Darth News Side, seguimi su Twitter e su Instagram.

Leggi e #retwitta questo articolo 😉 Il contenuto è interessante e sarebbe un peccato non condividerlo con i tuoi amici. Passa al lato oscuro delle notizie. Leggi le notizie di #DarthNewsSide 😉 Condividi il Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.