Libra ufficiale: la criptovaluta di Facebook arriverà nel 2020

Mark Zuckerberg con un post su Facebook ha annunciato Libra, la nuova criptovaluta di Facebook che sfrutta la tecnologia Blockchain e che arriverà nel 2020.

Libra viene indicata come la criptovaluta di Facebook, ma questa definizione non è del tutto corretta.

Questa nuova moneta virtuale è stata pensata da Mark Zuckerberg e sarà legata a Facebook, ma essendo basata sulla tecnologia Blockchain l’intera infrastruttura sarà decentralizzata.

Inoltre, Facebook sarà affiancato fin da subito da altri 28 partner commerciali che faciliteranno la diffusione della nuova criptovaluta, ma la speranza è che altri membri possano unirsi fino al momento del lancio ufficiale.

Tra i vari partner ci sono Mastercard, Visa, PayPal, Uber, Vodafone, Iliad, Coinbase ed eBay.

Libra sarà gestita dalla Libra Association, una associazione no-profit con sede a Ginevra.

Libra sarà la moneta virtuale da utilizzare per pagare beni e servizi online sfruttando Whatsapp e Messenger, ma non solo.

La missione di Libra è quella di creare una semplice infrastruttura finanziaria globale per eliminare i limiti geografici delle valute “classiche”, consentendo a tutte le persone di effettuare acquisti nel mercato globale.

Grazie all’utilizzo della Blockchain sarà garantita la massima sicurezza e stabilità nel corso del tempo.

Con Libra sarà possibile inviare e ricevere denaro in modo semplice e rapido.

Per inviare e ricevere denaro o per mantenere la propria quantità di Libra al sicuro si utilizzerà un wallet che sarà integrato all’interno di WhatsApp e Messenger, ma che verrà proposto anche come app indipendente da installare sul proprio smartphone. A gestire il wallet ed i servizi collegati sarà Calibra, un’altra società indipendente creata da Facebook.

Le informazioni di pagamento inviate con Calibra saranno indipendenti rispetto alle informazioni condivise su Facebook.

Ma a chi si rivolge Libra?

Libra si rivolge a tutte quelle persone che non hanno un conto corrente, ma che hanno uno smartphone (in questo momento sono 1 miliardo). Queste persone potranno utilizzare questa criptovaluta per effettuare pagamenti per i loro acquisti online, ma anche per gli acquisti nei negozi fisici utilizzando semplicemente il loro smartphone.

Fin dal giorno del lancio sarà possibile inviare Libra a tutte le altre persone che decideranno di utilizzare questa criptovaluta e che possiedono uno smartphone. In seguito, però, la criptovaluta di Facebook potrebbe essere utilizzata per pagare le bollette, per comprare un caffè scansionando un codice, per acquistare il biglietto dell’autobus o della metro e per tutte le altre operazioni di acquisto quotidiane.

I propri soldi saranno sempre a disposizione sfruttando il proprio smartphone e la connessione dati. Inoltre, i propri risparmi saranno protetti grazie al sistema di crittografia utilizzato.

Le operazioni di scambio di denaro o di pagamento dovrebbero prevedere in molti casi zero costi, mentre in altri i costi dovrebbero essere comunque molto contenuti.

L’idea di Zuckerberg è quella di far diventare Libra la valuta globale che, quindi, potrà essere utilizzata senza problemi in ogni parte del mondo.

Libra ancora non è pronta e fino al lancio che avverrà nel 2020 bisognerà perfezionarla, ma questo sarà solo l’inizio di un lungo viaggio che potrebbe cambiare il nostro modo di effettuare pagamenti proprio come Facebook (e gli altri social) hanno cambiato il nostro modo di relazionarci.

Puoi trovare maggiori informazioni sul sito ufficiale.

Nell’attesa del lancio di Libra potresti trovare interessante Hype, la carta-conto online che regala 10 euro di benvenuto ed in seguito tanti buoni Amazon da 50 e 250 euro (oltre a tanti servizi interessanti come il cashback sugli acquisti).

Ti è piaciuto questo articolo? Se la risposta è si, allora lascia un mi piace alla pagina Facebook di Darth News Side, seguimi su Twitter e su Instagram. Inoltre, iscriviti al canale Telegram per ricevere tante notizie ed offerte direttamente sul tuo smartphone.

Leggi e #retwitta questo articolo 😉 Il contenuto è interessante e sarebbe un peccato non condividerlo con i tuoi amici. Passa al lato oscuro delle notizie. Leggi le notizie di #DarthNewsSide 😉 Condividi il Tweet

Lascia un commento e dimmi cosa pensi di questo articolo. Per me è importante ;)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.