Food photography estate 2019: ecco i 5 consigli di Samsung e del fotografo Neri Oddo per foto perfette

Un vacanziere su due scatta foto per immortalare i cibi che ha mangiato. Se fai parte del gruppo che ama la food photography, e vuoi realizzare scatti perfetti, segui i consigli di Samsung e del fotografo Neri Oddo.

Un recente studio ha dimostrato che un italiano su cinque sceglie la vacanza in base al cibo ed uno su due immortala il cibo che ha mangiato per condividerlo sui social od in privato con altre persone.

Food photography: quali sono i piatti più fotografati?

Le composizioni all’interno dei piatti trasformano il cibo in una vera opera d’arte che, quindi, molte persone amano fotografare. Questa voglia aumenta in modo esponenziale quando nel piatto ci sono cibi freschi, qualcosa di esotico ed in particolare di colorato.

Molto apprezzata è la frutta con i suoi colori sgargianti, ma anche le insalate ed i poke bowls hawaiani (soprattutto se al loro interno sono presenti fiori edibili, avocado ed altri elementi colorati).

Questi dati sono stati raccolti durante il Summer Fancy Food Show di New York (appena conclusosi) che ha inserito tra i cibi più trend del 2019 anche i semi di loto, gli snack a base di ceci, quinoa e kale, ma anche le cips croccanti di mela, i ghiaccioli (magari al mojito), i gelati (su Instagram “va forte” quello nero al carbone) ed i superfood smoothies.

Tutti sappiamo che il cibo si gusta anche con la vista, ma il dipartimento di Food marketing della St. Joseph’s University di Philadelphia e della School of business administration dell’Università di San Diego ha dimostrato con un’indagine che fotografarlo prima di consumarlo lo rende più appetibile sia a chi realizza lo scatto che a chi ammira quelle foto.

Proprio per questo motivo Samsung ha deciso di collaborare con il fotografo Neri Oddo per stilare i cinque consigli per fotografare al meglio il cibo dell’estate.

La luce deve essere solare e diretta.

Durante l’estate molto spesso le foto vengono scattate all’aperto. In questo caso le foto al cibo devono essere realizzate con il sole del mattino o con quello del tardo pomeriggio, ma mai quando è troppo alto.

La luce deve essere sempre un po’ laterale e se i piatti sono ricchi di dettagli (per esempio una bella insalata estiva composta da vari ingredienti freschi e colorati) è meglio sfruttare la luce indiretta del sole, magari filtrata da una finestra posizionata lateralmente rispetto al tavolo.

L’inquadratura è molto importante.

Bisogna trovare il giusto rapporto tra il soggetto fotografato e lo sfondo. Magari la foto di un bel gelato con alle spalle il mare od un bel cesto di frutta esotica con il giardino sullo sfondo.

Usare la funzione messa a fuoco selettiva.

Con questa funzione potrai immortalare al meglio i dettagli come, per esempio, la foglia di basilico fresco che guarnisce un piatto di pasta fredda o che affianca il bianco della mozzarella ed il rosso del pomodoro in una caprese (ed in questo modo potresti realizzare una bella foto del cibo e mostrare il tuo “amore tricolore”).

L’importanza dei contrasti cromatici.

Come sappiamo i piatti estivi si caratterizzano per il loro mix di colori. Tre colori che si abbinano perfettamente e che quindi creano un ottimo contrasto cromatico sono il rosso, il giallo ed il verde (colori che potresti ritrovare in un’insalata verde con gamberi e mango od in una semplice composizione di frutta).

Sfrutta il grandangolo.

Le foto dei piatti che mangiamo sono belle, ma quelle stesse foto possono diventare ancora più belle se con uno scatto grandangolare si riescono a catturare la bellezza del piatto ed il divertimento legato alla condivisione di quei momenti con gli amici e le persone che amiamo.

Seguendo questi consigli si potranno realizzare degli ottimi scatti utilizzando il proprio smartphone.

Fino a pochi anni fa per realizzare delle belle foto bisognava utilizzare delle macchine fotografiche di ottimo livello, ma negli ultimi anni anche con gli smartphone si possono realizzare degli ottimi scatti.

Uno degli smartphone migliori per questo tipo di utilizzo è di certo il Galaxy S10. Questo dispositivo integra una fotocamera smart con obiettivo grandangolare e riesce a riconoscere fino a 30 soggetti.

Inoltre, sempre per gli amanti della food photography, il Galaxy S10 utilizza la modalità “cibo” che va a settare automaticamente le impostazioni della fotocamera per far risaltare il soggetto principale (aumentando la luminosità al centro dello scatto ed allo stesso tempo offuscando l’area circostante).

Ti è piaciuto questo articolo? Se la risposta è si, allora lascia un mi piace alla pagina Facebook di Darth News Side, seguimi su Twitter e su Instagram. Inoltre, iscriviti al canale Telegram per ricevere tante notizie ed offerte direttamente sul tuo smartphone.

Leggi e #retwitta questo articolo 😉 Il contenuto è interessante e sarebbe un peccato non condividerlo con i tuoi amici. Passa al lato oscuro delle notizie. Leggi le notizie di #DarthNewsSide 😉 Condividi il Tweet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.