iPhone 8: appaiono le immagini di un dispositivo con il TouchID sul retro

Ormai quasi tutti gli smartphone Android più attesi sono stati presentati (mancano solo il OnePlus 5 ed i Google Pixel) e, quindi, l’attenzione si è spostata su iPhone 8. Dopo alcune immagini che mostravano un certo tipo di design, ora arrivano dei rumors che indicano qualcosa di differente. Queste ultime immagini, …

A giudicare da queste immagini iPhone 8 sarà molto simile (quasi identico) al Galaxy S8

Nelle scorse settimane tutta l’attenzione è stata rivolta al Galaxy S8. Ma dopo la sua presentazione (che avverrà oggi) la stessa attenzione verrà rivolta verso iPhone 8. Certo, già i rumors su iPhone 8 sono tanti e nelle scorse ore sono apparse anche delle immagini che mostrano il probabile design …

Samsung Galaxy S8 e S8 Plus: dimensioni a confronto con S6, S7, Note 7 e con iPhone 7 e 7 Plus

La data della presentazione ufficiale dei nuovi Samsung Galaxy S8 e S8 Plus è sempre più vicina, ma fino a quel giorno ci saranno sempre nuovi leak, immagini e rumors. Dopo le varie informazioni riguardanti il design, la parte hardware e la posizione del sensore di sblocco, adesso arrivano delle …

CMRA aggiunge nuove funzionalità all’Apple Watch

Avete un Apple Watch e vorreste completarlo aggiungendoci una fotocamera? Basta cambiare il cinturino. CMRA è un cinturino che aggiunge nuove funzionalità all’Apple Watch.

A creare questo cinturino è stata Glide, la stessa società che realizza l’omonima app di messaggistica (disponibile per iOS, Android e Windows). Magari l’idea di Glide è quella di sfruttare la popolarità degli Apple Watch per vendere un accessorio (più o meno utile, sta a voi deciderlo) ed aumentare i download della sua app.

CMRA è, infatti, un cinturino con due fotocamere, una frontale da 2 megapixel ed una posteriore da 8 megapixel. Con questo cinturino si potranno scattare foto, fare dei video ed effettuare videochiamate direttamente dal vostro Apple Watch.

Forse non saranno molti a pensare che lo smartwatch di casa Apple abbia bisogno di una fotocamera (anzi due), ma chi ne sentisse la necessità potrà acquistare questo CMRA che verrà proposto ad un prezzo di 249 dollari, ma attualmente è in preordine al costo di 149 dollari. Chi è in cerca di maggiori informazioni può trovarle al sito ufficiale di CMRA (da dove potrete anche acquistarlo).

Qui di seguito un video che mostra le funzionalità di questo cinturino:

I nuovi MacBook sono fantastici, ma non è possibile collegare l’iPhone

macbook-pro-2016-concept

Sappiamo tutti che Apple è un’azienda che lavora per innovare e provare a semplificare l’esperienza utente. Ogni sua idea o novità viene copiata dagli altri produttori. Un esempio può essere fatto con l’eliminazione del jack per le cuffie che, però, non è stato apprezzato da tutti gli utenti. E dopo le critiche per l’eliminazione del jack per le cuffie da parte di chi non sopporta di dover portarsi dietro qualche adattatore, sicuramente presto arriveranno quelle dei possessori di iPhone perché non possono collegare il loro device ai nuovi MacBook Pro.

Infatti, i nuovi MacBook Pro sono fantastici, ma non è possibile collegare l’iPhone. Questo limite è dovuto al fatto che i nuovi MacBook Pro hanno solo porte USB-C, mentre il cavetto venduto insieme agli iPhone (anche quello dell’iPhone 7) è un USB-A.

Di sicuro non si tratta di un problema irrisolvibile, visto che si possono acquistare degli appositi cavetti (quelli originali sul sito Apple costano 29 euro) o degli adattatori da USB-C a USB-A (costano 25 euro sul sito Apple).

Questo limite può dare fastidio specialmente ai possessori dell’iPhone 7 (che è l’ultimo arrivato e rilasciato quando già si sapeva che i nuovi MacBook Pro avrebbero avuto solo porte USB-C), infatti, questi dopo aver sborsato una cifra non indifferente per il loro melafonino dovranno acquistare un nuovo adattatore per collegare i due dispositivi.

Apple potrà giustificarsi affermando che tali scelte sono state effettuate per facilitare la vita ai possessori dei loro prodotti, ma nella realtà il risultato è esattamente quello opposto, visto che, oltre alle cuffie con jack e ai vecchi cavi USB-A, bisogna portarsi dietro anche altri adattatori.

Se avete necessità di acquistare qualche cavo o adattatore per risolvere questo problema, ma volete spendere poco, qui di seguito trovate alcuni link:

Configurazioni, disponibilità e prezzi dei nuovi MacBook Pro

apple-macbook-pro-2016-range

Apple con i suoi prodotti riesce sempre ad attirare l’attenzione degli utenti. Questo è avvenuto anche con i suoi MacBook Pro presentati di recente. Di seguito potrete leggere le configurazioni, disponibilità e prezzi dei nuovi MacBook Pro.

MacBook Pro 13″:

  • Intel Core i5 dual-core 2.0 GHz (Turbo Boost fino a 3,1 GHz)
  • Intel Iris Graphics 540
  • RAM 8 GB a 1866 MHz
  • SSD da 256 GB (espandibile fino ad 1TB)
  • due porte Thunderbolt 3

Questo modello verrà proposto in Italia ad un prezzo di 1749 euro e sarà disponibile alla consegna il 31 ottobre.

Gli altri due modelli saranno caratterizzati anche per la presenza della nuova Touch Bar ideata da Apple.

apple-macbook-pro-2016-top

MacBook Pro 13″:

  • Intel Core i5 dual-core 2.9 GHz (Turbo Boost fino a 3,3 GHz)
  • Intel Iris Graphics 550
  • 8 GB di memoria RAM a 2133 MHz
  • SSD da 256 GB (espandibile fino ad 1 TB)
  • quattro porte Thunderbolt 3
  • Touch bar
  • Touch ID

Questo modello verrà proposto ad un prezzo di circa 2099 euro (facendo riferimento ai prezzi americani) e sarà disponibile in Italia tra circa un mese.

MacBook Pro 15″:

  • Processore Intel Core i7 quad-core 2.6 GHz (Turbo Boost fino a 3,5 GHz)
  • GPU Radeon Pro 450 con 3 GB di memoria
  • 16 GB di memoria RAM a 2133 MHz
  • SSD da 256 GB (espandibile fino a 2 TB)
  • quattro porte Thunderbolt 3
  • Touch Bar
  • Touch ID

Questo modello sarà proposto in Italia ad un prezzo di 2799 euro e sarà disponibile tra circa un mese.

Queste proposte sono le  caratteristiche base dei tre modelli, ma sarà possibile potenziare le specifiche tecniche in seguito sul sito Apple.

I MacBook da 13 pollici potranno essere “migliorati” espandendo la memoria interna a 512 GB o ad 1 TB e la memoria RAM a 16 GB. Tra questi due, il modello base ha due microfoni, mentre l’altro modello ne ha tre (così come il modello da 15 pollici).

Una caratteristica che potrà essere apprezzata è la presenza su tutti i modelli del jack per le cuffie (una scelta diversa rispetto a quella fatta sugli iPhone, dove lo stesso è stato eliminato).

Sempre per quanto riguarda i prezzi, il MacBook Pro da 15 pollici nella sua configurazione migliore costerà 5099 euro (avrà un processore Intel Core i7 a 2,9 GHz, 16 GB di memoria RAM, SSD da 2 TB e GPU Radeon Pro 460 con 4 GB di memoria).

HacBook Elite viene mostrato in un primo video demo

Un nuovo portatile potrebbe arrivare presto sul mercato. Infatti, HacBook Elite viene mostrato in un primo video demo.

In questo video viene mostrato il suo funzionamento. Ma cos’è HacBook Elite? Facciamo una piccola premessa.

Quando si pensa ai prodotti Apple le prime cose che vengono in mente sono il buon funzionamento, il design ed il prezzo elevato.

Pensare di avere un MacBook a soli 300 euro sembra una follia, ma presto potrebbe diventare realtà grazie a HacBook Elite.

HacBook Elite è un PC con hardware e caratteristiche di fascia media, che monta MacOS e che dovrebbe costare circa 300 dollari. Le caratteristiche di questo portatile sono una CPU Intel i5, RAM fino a 8 GB, display da 14 pollici HD ed un hard disk da un terabyte (anche se ci dovrebbero essere versioni con hard disk da 320 GB o SSD da 160 GB). Grazie ad Hackintosh il computer può montare come sistema operativo MacOS dalla versione Leopard fino a Sierra. Secondo i produttori MacOS verrebbe caricato da computer spento in 15 secondi.

Ma tutto questo potrebbe non arrivare mai sul mercato perché nella realtà è illegale caricare gli OS di Apple su dispositivi diversi da quelli prodotti dalla stessa azienda della mela.

Intanto è stato presentato un primo video demo che mostra il funzionamento di HacBook.

Apple sicuramente non permetterà che HacBook arrivi sul mercato.

Potete chiarire meglio le vostre idee collegandovi al sito dei produttori di HacBook Elite.

Questo articolo è puramente informativo e non invita i lettori ad effettuare il preordine ed il futuro acquisto di HacBook Elite; naturalmente non vuole neanche incoraggiarvi a creare un Hackintosh a casa vostra. Questo perché tali operazioni sono illegali.