Android 10 Q non avrà il nome di un dolce. Ecco perché!

Fin dalla nascita le varie versioni di Android hanno seguito un ordine alfabetico con il nome completo che era quello di un dolce. Dalla prossima versione, però, questa tradizione verrà interrotta. Proprio oggi, infatti, è stato ufficializzato che Android Q verrà rilasciato con il nome di Android 10.

Tutti noi, probabilmente, avremmo preferito che Android 10 venisse identificato con il nome di un dolce, ma la scelta di Google ha una spiegazione ed un senso.

Android già dalle versioni alpha e beta aveva preso il nome di alcuni dolci e, in quel caso, erano stati scelti Apple Pie e Banana Bread. In seguito è stata percorsa sempre la stessa strada (qui puoi trovare l’elenco con i vari nomi).

Il cambio di “strategia” ha una giustificazione ben precisa e comprensibile. Infatti, Google ha voluto spiegare che nel corso degli anni ha ricevuto vari feedback di utenti che non riuscivano a capire bene la versione installata sul loro smartphone.

In alcune lingue, per esempio, la L e la R sono difficilmente distinguibili. Inoltre, in alcuni Paesi alcuni dolci non sono molto diffusi o amati (come nel caso dei marhmallow), oppure, oltre che per un dolce quel nome viene usato anche per cibi salati (come nel caso delle torte).

Per evitare questi equivoci e per non creare confusione (dopo molti anni), quindi, la prossima versione del sistema operativo si chiamerà semplicemente Android 10. Naturalmente, le versioni future continueranno a seguire questo ordine numerico e questa denominazione.

I cambiamenti, però, non riguardano solo il nome.

Android 10 Q non avrà il nome di un dolce. Ecco perché

Nel corso degli anni ci sono stati dei cambiamenti estetici del marchio. Nel 2014 erano stati modificati sia il logo che il colore ed ora è arrivato il tempo di un nuovo cambio di look.

Al centro di tutto rimane il robottino verde simbolo di Android, ma vengono apportate delle modifiche cromatiche e proposte nuove combinazioni di colori (tutto questo serve a migliorare il contrasto e la leggibilità).

Ti è piaciuto questo articolo? Se la risposta è si, allora lascia un mi piace alla pagina Facebook di Darth News Side, seguimi su Twitter e su Instagram. Inoltre, iscriviti al canale Telegram per ricevere tante notizie ed offerte direttamente sul tuo smartphone.

Leggi e #retwitta questo articolo 😉 Il contenuto è interessante e sarebbe un peccato non condividerlo con i tuoi amici. Passa al lato oscuro delle notizie. Leggi le notizie di #DarthNewsSide 😉 Condividi il Tweet

Lascia un commento e dimmi cosa pensi di questo articolo. Per me è importante ;)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.