Agent Smith: il nuovo malware che ha già infettato 25 milioni di smartphone

Gli smartphone sono in pericolo a causa di un nuovo malware denominato Agent Smith (proprio come il personaggio della trilogia di Matrix).

Agent Smith ha già infettato 25 milioni di dispositivi.

Questo malware mobile è stato scoperto da Check Point Research ed ha già infettato 25 milioni di dispositivi, con l’utente completamente ignaro di questo pericolo.

Il malware riesce a camuffarsi come un’applicazione collegata a Google, andando a sfruttare le varie vulnerabilità di Android che già si conoscono e sostituendo le applicazione presente sul dispositivo con quelle dannose. Tutto questo avviene in modo “silenzioso” e senza che l’utente faccia nulla.

Questo malware riesce ad infettare anche gli smartphone più aggiornati e che utilizzano versioni successive ad Android 7.

Sfruttando l’accesso alle risorse del dispositivo Agent Smith mostra annunci a scopo di lucro e, naturalmente, falsi. Il funzionamento di questo malware è simile a quello di altri scoperti in passato come CopyCat, Gooligan e Hummingbad.

Andare incontro a pubblicità false non è piacevole, ma il malware può procurare danni ben più gravi. Infatti, riuscendo a “nascondersi” dietro alle applicazioni più popolari i malintenzionati potrebbero anche effettuare delle intercettazioni o rubare le credenziali bancarie.

Per prevenire queste minacce derivanti da attacchi malware mobile è fondamentale utilizzare tecnologie avanzate di threat prevention. Queste tecnologie si basano su informazioni avanzate sulle minacce e vanno a combinarle con un approccio hygiene first per proteggere le risorse digitali.

Check Point Research consiglia di seguire questi passaggi per rimuovere le app dannose ed infette dal malware.

Dispositivi Android:
  • Entrare nel menu impostazioni
  • Cliccare su “App” (o “Application Manager”)
  • Individuare l’app sospetta e disinstallarla
  • Nel caso in cui l’app sospetta non venga individuata procedere alla rimozione di tutte le app installate
iPhone:
  • Entrare nel menu impostazioni
  • Scorrere fino a “Safari”
  • Nell’elenco delle opzioni assicurarsi che sia selezionato “Block Pop-ups”
  • Proseguire su “Avanzate” e da qui su “Dati del sito web”
  • Effettuare la cancellazione di tutti i siti non riconosciuti presenti in elenco

Per avere maggiori informazioni puoi consultare il post sul sito di Check Point Research. Per ulteriori approfondimenti, inoltre, il team di Check Point Research è sempre a disposizione.

Ti è piaciuto questo articolo? Se la risposta è si, allora lascia un mi piace alla pagina Facebook di Darth News Side, seguimi su Twitter e su Instagram. Inoltre, iscriviti al canale Telegram per ricevere tante notizie ed offerte direttamente sul tuo smartphone.

Leggi e #retwitta questo articolo 😉 Il contenuto è interessante e sarebbe un peccato non condividerlo con i tuoi amici. Passa al lato oscuro delle notizie. Leggi le notizie di #DarthNewsSide 😉 Condividi il Tweet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.